Governo, Pd: ‘stop ricatti, non tireremo a campare’

"Andare avanti per cambiare, non per tirare a campare senza accettare alcun ricatto, senza smettere di ripetere che ci guida il rispetto della legge e il bene del Paese. Quanto il ministro dei Rapporti con il Parlamento ha detto a Cortona e’ la bussola che ieri il presidente del Consiglio Letta ha imposto a un consiglio dei ministri in tempesta per l’irresponsabilita’ del Pdl". Cosi’ il vice presidente della Camera, Marina Sereni, a Cortona al’incontro di Areadem.

“Scopriremo in Parlamento gia’ nei primi giorni della prossima settimana se il gravissimo atto delle dimissioni dei parlamentari berlusconiani sia stato un bluff che mirava a farci dimenticare che la legge e’ uguale per tutti, o se la quasi totalita’ dei deputati e senatori pdl mette Berlusconi davanti a tutto e a tutti. Se gli italiani tutti pagheranno l’aumento dell’Iva, se il Cdm di ieri non ha potuto dare l’ok a una manovrina che ci avrebbe riportato da subito sotto la soglia del 3%, e’ colpa di chi ha messo in forse l’esistenza dell’esecutivo – conclude -. Noi, il Pd, non permetteremo altri stop ed altri ricatti ne’ sulla giunta, ne’ sulla legge di stabilita’, ne’ sulla legge elettorale da cambiare immediatamente".