Europee, Fratelli d’Italia presenta il simbolo: Meloni capolista ovunque

"Nel simbolo c’e’ tutta la nostra storia con il nome ‘Meloni’ che rappresenta lo sguardo rivolto verso il futuro". Parola di Ignazio La Russa, presidente di Fratelli d’Italia che nel corso di una conferenza stampa alla Camera insieme a Giorgia Meloni e Guido Crosetto e Antonio Guidi, coglie l’occasione per presentare la campagna elettorale del partito per le elezioni europee partendo proprio dal simbolo e dai primi manifesti. Tra le novita’ il ritorno di Adriana Poli Bortone, leader di Io Sud presente in conferenza stampa che con il suo movimento appoggera’ Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni invece sara’ capolista in tutte le circoscrizioni.

"Siamo convinti – spiega Meloni – di poter superare la soglia del 4%. Il vero voto utile e’ a Fratelli d’Italia, l’unico partito che contrasta un’Europa a trazione tedesca. FI e Ncd – prosegue ancora – sono nel Ppe che e’ guidato dalla Merkel mentre il Pse dove c’e’ il Pd candida alla guida della commissione Martin Schulz non proprio un amico degli italiani". Chi si dice "felice" per il ritorno in Fratelli d’Italia e’ Adriana Poli Bortone: "avrei preferito che si chiamasse An-Fdi e non il contrario ma alla fine va bene lo stesso. Questo simbolo rappresenta la storia della destra, una destr attenta all’unita’ nazionale".

A presentare ufficialmente il simbolo e’ Ignazio La Russa che per l’occasione svela anche il primo manifesto della campagna elettorale il cui sloga e’ ‘Questa Europa non vale una lira’. Guido Crosetto ci tiene invece a sottolineare come Fratelli D’Italia non mette nel simbolo ‘no euro’ perche’ "la nostra battaglia e’ iniziata prima degli altri, dal no al fiscal compact e prosegue con una sua coerenza. Dire di uscire dall’euro e dividere il Paese in regioni e’ una contraddizione, noi pensiamo invece all’Italia come nazione".

La campagna elettorale del partito prevede oltre all’utilizzo dei sociali network e dei cartelloni ("noi non li ritiriamo – osserva ironico La Russa – visto che non abbiamo come gli altri il 60% di spazi in tv) e di un tour in giro per l’Italia. L’iniziativa si chiama ‘Alza la testa’ e vedra’ gli esponenti nazionali impegnati su tutto il territorio.

I diretti interessati pero’ rispediscono al mittente il paragone con il tour dei Cinque Stelle: "Non siamo noi che copiamo semmai e’ Grillo – dicono all’unisono Meloni e La Russa – il primo aprile del 1992 una manifestazione del Fronte della gioventu’ si chiamava proprio ‘arrendetevi siete circondati’ e consisteva in un girotondo intorno al Parlamento. Grillo usa lo stesso slogan, ma a differenza di quei ragazzi che furono processati, lui va in Tv".