Della Vedova: “Chiudere negozi la domenica? Di Maio classista”

“Di Maio è contro il lavoro domenicale, la sua è un’idea classista. La chiusura domenicale dei centri commerciali ed altri esercizi andrebbe contro quelle famiglie meno abbienti”

“Di Maio è contro il lavoro domenicale, la sua è un’idea classista. La chiusura domenicale dei centri commerciali ed altri esercizi andrebbe contro quelle famiglie meno abbienti”. Questo il pensiero del Senatore di Europa Benedetto Della Vedova, ai microfoni di Radio Cusano Campus, in merito alla proposta del candidato premier del Movimento 5 Stelle di chiudere i grandi esercizi commerciali durante le festività e la domenica.

“Quando raccogliemmo le firme nel 1995 per il referendum sulle liberalizzazioni il principio era che l’apertura domenicale dei grandi negozi fosse una misura che incidesse sulla qualità della vita di milioni di italiani delle fasce meno abbienti. Chi va nei centri commerciali la domenica sa che sono un posto “democratico”, dove si può stare in un ambiente confortevole. Anche la domenica, quindi, queste persone possono accedere ai servizi di shopping, specialmente nei centri commerciali dove c’è gente che lavora come accade sui treni, negli ospedali, nelle farmacie”.

Della Vedova ha attaccato Di Maio: “Di Maio è contro il lavoro domenicale, la sua è un’idea classista. La chiusura domenicale dei centri commerciali ed altri esercizi andrebbe contro quelle famiglie meno abbienti. Se fossero chiusi queste famiglie avrebbero molte più difficoltà. I centri commerciali sono per la classe media e gli operai. Inoltre, chi non può andare al Centro commerciale comprerà su Amazon. Quella di Di Maio è demagogia ed è anche classista. Alza un polverone e basta, perché ci sono tante professioni che si svolgono normalmente la domenica”.