CORONAVIRUS | Renzi e Salvini attaccano: riaprire il Parlamento, “la democrazia non chiude mai” [VIDEO]

In piena emergenza coronavirus, Camera e Senato stanno facendo i conti con le forti restrizioni imposte dal governo alla circolazione, a cui si aggiunge la paura di nuovi contagi tra i parlamentari. E faticano a riavviare l'attivita'.

Il Parlamento resta aperto. Roberto Fico e Elisabetta Casellati non si stancano di ripeterlo. E anche oggi la presidente di palazzo Madama e’ tornata sul punto: “Nessuna limitazione all’attivita’ legislativa, nessuna restrizione a quelle che sono le prerogative parlamentari”, afferma “con forza” Casellati.

Non e’ da meno Fico: “Le Camere sono e devono restare centrali, ma soprattutto devono lavorare per dare risposte alle persone. Chi parla di Parlamento chiuso e’ confuso o distratto: non abbiamo mai chiuso e non chiuderemo”.

Eppure, in piena emergenza coronavirus, Camera e Senato stanno facendo i conti con le forti restrizioni imposte dal governo alla circolazione, a cui si aggiunge la paura di nuovi contagi tra i parlamentari. E faticano a riavviare l’attivita’. Niente sedute ne’ riunioni questa settimana, mentre la prossima settimana l’Aula della Camera sara’ impegnata mercoledi’ con il primo question time dell’era coronavirus (in forma ampliata) e da lunedi’ prendera’ il via l’esame del ‘decretone’ in commissione Bilancio del Senato, con l’audizione del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in agenda martedi’.

Ma sia per Matteo Renzi che per Matteo Salvini non e’ sufficiente: il Parlamento deve riaprire i battenti, e’ l’accusa.

Renzi, annunciando una interrogazione al governo sui ritardi nella consegna delle mascherine ai medici, attacca: “Non e’ pensabile che il Parlamento stia a casa alla finestra a guardare come vanno le cose. Qui non si va avanti a decreti e ordinanze senza che la casa della democrazia possa riunirsi”. Per il leader di Italia viva “e’ fondamentale che il Parlamento recuperi il proprio ruolo, perche’ non ci riuniamo nemmeno. In tempi di guerra vera come questa, il Parlamento e’ una delle istituzioni che deve rimanere aperta. La democrazia non chiude mai. Purtroppo siamo in una fase in cui il Parlamento non si riunisce ma potrebbe farlo adesso”.

Anche Matteo Salvini, che si rivolge direttamente al Capo dello Stato, avanzando le proposte della Lega sull’emergenza, chiede di “riaprire il Parlamento per portare a Roma proposte, idee e contributi. Ci affidiamo a Mattarella visto che altri non sembrano abbiano voglia o tempo di ascoltarci”, conclude riferendosi alla ‘mancata’ risposta di ieri al telefono da parte del premier Conte.