CORONAVIRUS | Repubblica Dominicana, quasi 2mila persone arrestate per non avere rispettato il coprifuoco [VIDEO]

Ad oggi sono 112 i contagiati di coronavirus nella Repubblica Dominicana, tre le vittime. L'ultima è un uomo dominicano di 51 anni

Terzo giorno di quarantena a Santo Domingo. Oggi, nonostante le autorità abbiano chiesto alla popolazione di stare a casa, in troppi si sono recati ai vari supermercati per fare la spesa, tanto che gli esercizi commerciali hanno dovuto prendere dei provvedimenti: non si consente l’ingresso di clienti oltre un certo numero, proibito l’ingresso ai bambini e agli anziani, obbligatorio mantenere distanza di almeno un metro e mezzo tra le persone.

Alcuni supermercati stanno razionando le provviste, per evitare che qualcuno possa accaparrarsi tutto e lasciare gli altri senza nulla.

Nel frattempo 1.714 persone sono state arrestate nella notte per non avere rispettato il coprifuoco, imposto dal presidente Danilo Medina.

La maggior parte degli arresti sono avvenuti a Santo Domingo, Santiago, La Romana, Bani.

Ad oggi sono 112 i contagiati di coronavirus nella Repubblica Dominicana, tre le vittime. L’ultima è un uomo dominicano di 51 anni, un barista che operava in una zona turistica del Paese. Secondo quanto riferito dal ministro della Salute Rafael Sanchez Cardenas, l’uomo soffriva di gastrite.

Dei 112 casi confermati, 37 sono importati, 57 sotto analisi e 18 riguardano trasmissione locale del virus.