Cina, cresce l’export agroalimentare made in Italy

Presenza del Padiglione Italia sul portale Food2China.com, progetto di e-commerce ideato per promuovere i prodotti agroalimentari italiani

L’export del made in Italy agroalimentare in Cina cresce con una variazione del +7,8%, tra il 2017 ed il 2018. Sono dati dell’Istituto commercio estero (Ice) che annuncia la presenza del Padiglione Italia sul portale Food2China.com, progetto di e-commerce ideato per promuovere i prodotti agroalimentari italiani tramite il portale gestito dalla Guangdong Imported Food Association (Ifa).

L’Italia oggi è il secondo Paese esportatore verso la Cina per i prodotti del cacao, dell’olio d’oliva e delle carni e il terzo fornitore per le categorie della pasta (anche cotta o farcita), caffe’ e aceto.

Secondo gli ultimi dati statistici l’import di prodotti alimentari in Cina dal resto del mondo ha registrato un aumento del 15% annuo negli ultimi dieci anni e si stima un valore di 77 miliardi di Usd per il 2018.

Il progetto di commercio online, mosso dal fatto che i consumatori e buyer cinesi si rivolgono sempre piu’ spesso a rivenditori online ed a piattaforme “O2O” (Online to Offline) per l’acquisto di prodotti alimentari, prevede l’attivazione sul Portale Food2China di un Padiglione Italiano aperto ad gruppo di prime 60 aziende italiane divise in due semestri con ogni impresa che potra’ aderire al progetto per un periodo di 6 mesi durante il quale usufruira’ di una vetrina on line in cui promuovere i propri prodotti.