Cazzola: “Salvini è un irresponsabile, finalmente se n’è accorto anche Di Maio”

“Con una battuta in un comizio in un piccolo comune ha bruciato miliardi di risparmi degli italiani solo per un atto di boria”

L’economista Giuliano Cazzola, sul vincolo del 3% che secondo Giorgetti è da aggiornare, parlando a Radio Cusano Campus ha detto: “Giorgetti dice cose reali, ma le regole si cambiano insieme, non è che c’è uno che si alza la mattina più bravo di tutti e se ne frega delle regole di una comunità. Tirare fuori dal deficit le spese per gli investimenti è una battaglia giusta e largamente condivisa, però noi abbiamo avuto 30 miliardi di flessibilità negli ultimi anni e non ce ne siamo fatti nulla. Che l’Italia abbia fatto austerità è una balla, noi non l’abbiamo mai fatta, tranne quando c’è stato Monti che era stato chiamato a spegnere l’incendio”.

“Trovo che Salvini sia un irresponsabile, per fortuna l’ha detto anche Di Maio quindi è assodato. Ammettiamo pure che Salvini abbia ragione nel sostenere che si debba sfondare il deficit, ma che senso ha dirlo in un comizio in un comunello non so dove e provocando 20 punti in più di spread e un caos in borsa? Ma si rende conto di quello che hanno perso gli italiani? La Corte dei Conti dovrebbe chiedergli i danni erariali. A parte il fatto che il ministro dell’interno è un garante dell’andamento elettorale e non può andare sempre in giro a far comizi, ma poi buttarla là così in un comizio che non è neanche tra i più importanti… Io vorrei sapere quanto hanno perso gli italiani a causa di quella battuta lì. E’ un risparmio che si brucia per niente, per un atto di boria. Come quando sono andati sul balcone a festeggiare il 2,4%. Questi hanno fatto più danni dicendo delle stronzate che con la loro attività politica”.

Sull’aumento dell’Iva. “Che l’Iva debba aumentare è scritto in una legge dello Stato, quindi se non succede nulla è già previsto che si applichi. Bisogna in qualche modo sterilizzarla, ma non è che si può evitare l’aumento dell’iva e fare la flat tax. Questi dicono no a tutto. Io sono molto preoccupato. Il problema è che questi non avranno mail il coraggio di uscire dall’Euro e dall’Europa, ma ci usciremo con i nostri comportamenti, finirà che ci cacceranno. Ci metteremo in condizioni di farci cacciare. Io ho sentito fare discorsi in tv da esponenti vicini all’ala estremista della Lega che sono molto pericolosi. Loro sperano ci sia una vittoria dei sovranisti alle europee che butti per aria tutto, ma i sovranisti ci campano con l’Europa, sono cresciuti attaccandosi alla mammella dell’Europa”.