Caraibi, sempre più turisti nella Repubblica Dominicana

Secondo i dati pubblicati dalla Banca Centrale, ed elaborati dall’Associazione degli Alberghi e Turismo della Repubblica Dominicana (ASONAHORES) e da Giacomo di Lauro (Viva Resorts), il flusso totale di turisti stranieri nel paese arrivati per via aerea durante la stagione gennaio – agosto di questo anno è aumentato del 9,75%, per un totale di 3.175.033 arrivi.

Corrispondono a 282,063 unità in più rispetto allo stesso periodo del 2013. Dei primi 15 mercati fonte di turistici per Dominicana, 14 registrano una crescita nel primo segmento dell’anno (con l’eccezione della Francia).

Il mercato principale per i primi otto mesi del 2014 sono stati gli Stati Uniti, che hanno fornito un totale di 1.321.465 visitatori. Rispetto al 2013 c’è stata una crescita del 12,35%, che mostra un trend di 35 mesi positivi su 36. Il Canada (526,141 passeggeri, secondo mercato dopo gli Stati Uniti) nel mese di agosto segna un aumento del 13,8% (+ 1,87% nei primi otto mesi dell’anno).

Tra gennaio e agosto, il Nord America (che comprende anche il Messico, con 22.043 turisti: + 28.06%) ha fornito 159,732 passeggeri supplementari (+ 9,34%) e il 58.89% di arrivi di visitatori stranieri negli aeroporti della Repubblica Dominicana.

L’Europa con 798,757 turisti è cresciuta del 6,29% nella stagione da gennaio ad agosto di quest’anno, con 47.249 turisti aggiuntivi rispetto al 2013. Ha contribuito con il 25.16% dei passeggeri arrivati nel paese per via aerea.

Tra i mercati che stanno sostenendo la crescita in Europa vi è soprattutto la Germania (quarto mercato) che ha registrato un incremento del 9,92% e un totale di 144,355 turisti; presenta un trend positivo di 21 mesi su 24. Il Regno Unito (81,339 visitatori, ottavo mercato) ha registrato un incremento del 14,43% nei primi otto mesi dell’anno e un andamento positivo di 18 mesi.

La Russia (quinto mercato con 123,680 visitatori) rileva un incremento del 7,48% e ha 9 mesi positivi su 11. La Spagna (sesto mercato con 101,936 visitatori) ha registrato un incremento del 2,36% nei primi otto mesi. L’Italia (dodicesimo mercato con 57.252 turisti) segna un + 1,77% nella stagione da gennaio ad agosto. Alla crescita del turismo dall’Europa stanno anche contribuendo alcuni mercati emergenti o più piccoli, come Belgio, Ucraina, Austria, Svezia e Polonia, tra gli altri.

Il Sud America, con una quota del 11,29% negli arrivi domestici è cresciuto del 15,36% nei primi otto mesi di quest’anno, portando 47.712 passeggeri in più rispetto al 2013. Venezuela (undicesimo mercato con 64,490 turisti) aggiunge ulteriori 19.823 visitatori dall’inizio di quest’anno: un aumento del 44.38%. Il Brasile (decimo mecato con 71.077 turisti) ha registrato una crescita del 18.69% e mostra 14 mesi di crescita negli ultimi 15. L’Argentina, con 82,719 visitatori, si conferma il primo mercato sudamericano e settimo nella lista generale; ha registrato una crescita del 8,85% nei primi otto mesi del 2014.La Colombia (37.690 turisti totali) cresce del 18,55%. Il Cile (tredicesimo con 57.015 turisti) segna un + 11,22%.

La regione dell’America centrale e dei Caraibi è cresciuta del 26,48% nella stagione da gennaio ad agosto 2014, portando 28.170 turisti in più rispetto allo scorso anno. Tra il suoi mercati fonte va ricordato Porto Rico, che ora si colloca al nono posto nella lista dei principali mercati, aggiungendo 80.135 turisti e 13 mesi di crescita consecutivi. Cuba è il secondo mercato in questa regione (10.960 passeggeri totali: + 29,9%); Haiti il terzo (7.567 arrivi: -10,84%); Costa Rica è il quarto (7.267 visitatori totali: + 3,59%).

Il principale mercato negativo dei primi otto mesi del 2014 è la Francia, che ha registrato un calo di visitatori rispetto al 2013 -4,130 (-2,41%).Tuttavia, gli ultimi 4 mesi sono stati positivi dopo cinque negativi consecutivi; si conferma come il terzo mercato in termini assoluti e il primo mercato europeo, con un totale di 166,964 visitatori. In Europa, anche i Paesi Bassi sono in calo (-6,16%); e anche la Repubblica Ceca (-21,24%) e la Svizzera (-0.53%). In Sud America, il Perù (-9,25%) ha registrato 17 mesi negativi negli ultimi 18.

Nel periodo gennaio-agosto 2014, l’aeroporto internazionale di Punta Cana, con 2.084.855 passeggeri (+ 13,38% rispetto al 2013), si conferma come l’air terminal più trafficato del paese, ricevendo il 65,7% degli arrivi totali.