Calcio, è già ora di Champions. Pioli, ‘Lazio, parleranno fatti’

Le amichevoli estive sono alle spalle, cosi’ come il ko nella finale di Supercoppa e le discussioni sugli addii paventati (vedi Biglia) e le cessioni probabili (vedi Keita). La Lazio e’ concentrata sul playoff d’andata contro il Bayer Leverkusen che mette in palio la fase a gironi della Champions League (da cui manca da otto anni) e ben 30 milioni di euro. "Dobbiamo far parlare il campo, abbiamo sempre parlato poco e lavorato bene e da domani vogliamo tornare a far parlare i fatti ed essere giudicati per quello. Siamo pronti", assicura il tecnico Stefano Pioli.

"Dobbiamo giocare con lo spirito da Lazio, con l’orgoglio di giocare davanti ai nostri tifosi (attesi in 40mila, ndr) – aggiunge l’emiliano -, sappiamo che affrontiamo una squadra simile che da due anni e’ ai vertici di un campionato molto competitivo e che l’anno scorso e’ stata eliminata, solo ai rigori, agli ottavi dall’Atletico Madrid. E’ il primo tempo ma vogliamo prendere dei vantaggi dalla partita di domani sera".

All’Olimpico potrebbe esordire Milinkovic-Savic, uno dei nuovi acquisti. "Tutti i nuovi arrivati si stanno impegnando con grande disponibilita’ e dedizione per entrare il prima possibile nelle nostre dinamiche – dice Pioli -. Sono a buon punto, saranno disponibili, ma la rosa sapra’ la formazione soltanto domani mattina". Non ci saranno gli infortunati Marchetti e Djordjevic e lo squalificato Radu, per il resto sara’ la solita Lazio.

"Volevamo cambiare poco – rivela il biancoceleste in merito al mercato -, siamo all’inizio di un percorso cominciato l’anno scorso. In questi giorni eravamo qui a parlare di Lazio-Bassano: di strada ne abbiamo percorsa se stiamo a parlare di preliminari di Champions. Siamo una squadra con valori, e abbiamo inserito giocatori con caratteristiche importanti". Ci sara’ anche Biglia, corteggiato dalle ‘grandi’ d’Europa. "E’ contento di essere il capitano della Lazio", rivela Pioli. Ma in conferenza oggi c’e’ Marco Parolo. "Andiamo a giocare una competizione che tutti i bambini sognano di giocare – ammette il centrocampista -. Klose ci ha detto tutti i segreti, lui e’ esperto del campionato tedesco, conosce bene il Bayer. E’ stato d’aiuto. Abbiamo un mister in campo e uno fuori". "Abbiamo visto che hanno delle debolezze, dovremo approfittarne – spiega lo stesso attaccante ai media del suo Paese -. Sono concentrato solo sulla Lazio con cui mi piacerebbe giocare la Champions". "Speriamo: se la fa lui la facciamo anche noi", sottolinea Parolo. "Klose e’ una leggenda, e’ un giocatore molto forte che segna tanti gol – riconosce il centrocampista e suo compagno nella Germania campione del mondo, Christoph Kramer -. Ma noi abbiamo una grande difesa e sapremo come difenderci".

Alla guida delle ‘aspirine’ c’e’ Roger Schmidt, seguito da Pioli "dai tempi del Salisburgo". "Mi ha parlato di lui Guardiola", dice il laziale. "Io non lo conosco personalmente – risponde il collega tedesco -, ma conosco la sua squadra. Si dice che la squadra sia lo specchio dell’allenatore. Mi piace il modo di giocare della Lazio, l’anno scorso ha avuto un grande successo. Non ci sono giocatori in particolare da temere ma e’ una squadra compatta".