Arriva l’app per individuare i veri ristoranti italiani all’estero

L'applicazione è stata studiata da Asacert, Organismo di certificazione e ispezione accreditato Accredia, Ukas ed Eiac. Consente di scoprire i ristoranti realmente italiani all'estero, consultarne il menù, l'indirizzo e prenotare

Vi trovate all’estero e volete sapere quali e dove sono i veri ristoranti italiani nella vostra zona? Nessun problema, un’applicazione per smartphone e tablet vi risolverà il problema. Si chiam Ita0039 e consente di scoprire i ristoranti realmente italiani all’estero, consultarne il menù, l’indirizzo e prenotare. Niente male, no?

La garanzia è fornita con certificazione Ita0039 I 100% Italian Taste attiva in tutto il mondo. Lo strumento fa parte del progetto Ita0039.

L’applicazione è stata studiata da Asacert, Organismo di certificazione e ispezione accreditato Accredia, Ukas ed Eiac, notificato presso la Comunità europea ed abilitato dai ministeri dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e trasporti e delle attività produttive.

Capaccioli, Ad di Asacert, dichiara: “Con il Progetto Ita0039, e con la nuova App, non vogliamo creare una black list dei ristoranti non in linea con gli standards di salubrità dei genuini prodotti realmente italiani, ma mettere in evidenza coloro che rispettano criteri di approvvigionamento e veridicità dei beni Made in Italy, che dicono di utilizzare”.

Un concetto, questo, che ricorda molto da vicino l’iniziativa del marchio “Qualità Italiana” ideato qualche anno fa. Ancora oggi, in giro per il mondo, si possono trovare ristoranti italiani con esposta la targa in bronzo “Qualità Italiana”, un modo per certificare che quei in quei locali si usano prodotti made in Italy e che la cucina è davvero italiana.

Sono iniziative molto utili, se pensiamo che l’italian sounding, ovvero il fenomeno dei falsi prodotti italiani, fattura ogni anno più del vero made in Italy. Più di due prodotti italiani su tre venduti all’estero sono fake italian, qualcosa che l’Italia dovrebbe contrastare con tutte le forze.

Infatti, spiega ancora Capaccioli, “non potremo mai rilasciare una certificazione Ita0039 | 100% Italian Taste, se i nostri ispettori dovessero trovare nelle cucine un prodotto Italian Sounding”. Ben detto.