A Forza Italia servono soldi, un’altra cena con Silvio a Roma

Venerdì Raffaele Fitto ha incontrato Silvio Berlusconi: sul tavolo, le riforme. “Abbiamo iniziato un percorso utile e positivo su diversi punti di vista e su diversi fronti": così l’europarlamentare di Forza Italia. Intanto il partito è alle prese con i problemi legati al conto in banca. I soldi sono sempre meno, così l’amministratore unico di Forza Italia, insieme al responsabile nazionale dei Club Forza Silvio, Marcello Fiori, hanno in cantiere altri incontri conviviali con Berlusconi come ospite d’eccezione. Cene alle quali per partecipare si dovrà sborsare un po’ di quattrini.

In tempo di crisi e tagli al finanziamento pubblico, l’obiettivo è raccogliere più risorse possibili, con cene di autofinanziamento, sul modello Usa, coinvolgendo anche il maggior numero di deputati e senatori azzurro.

Così il 30 luglio l’appuntamento è sempre alla ‘Casina di Macchia Madama’, villa storica di Roma, sulle pendici di Monte Mario. Nuova cena per rimpinguare le casse vuote di Forza Italia.

Dopo l’incontro del 9 luglio scorso, dove sono stati raccolti, secondo gli organizzatori, circa 500mila euro, il tesoriere unico del partito, Maria Rosaria Rossi, ha voluto fare il bis, invitando stavolta duecento esponenti del mondo dell’impresa e della società civile, che operano prevalentemente al Sud.

Prima di poter cenare con il Cavaliere, bisognerà versare la quota (pare sarà ancora di mille euro) attraverso bonifico. Altrimenti si resta fuori.