80MILA IN PIAZZA | Salvini, “riporteremo l’Italia ad essere la prima in Europa” [VIDEO]

Il leader della Lega: “Chiedo agli italiani il mandato di trattare con l’Europa, se siete con noi non abbiamo paura di niente e di nessuno”

80mila persone in Piazza del Popolo a Roma per Matteo Salvini, secondo gli organizzatori della manifestazione della Lega. Il leader del Carroccio sale sul palco verso le 12.30, accompagnato dalle note dell’aria della Turandot di Puccini ‘Vincerò’, mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Salvini ascolta la musica con la mano sul cuore.

“Io ringrazio tutti quelli che non sono in questa piazza: ci mancava anche Pamela Anderson”. Cosi’ il segretario della Lega dal palco di Piazza del Popolo. “Non so se riusciremo a ricostruire l’Europa con cosi’ tanti oppositori. Ce la facciamo?”, chiede Salvini alla folla: “Si”, risponde in coro la piazza.

“Faremo di tutto perche’ l’Italia torni ad essere la prima in Europa, non siamo secondi a nessuno”, ha detto il leader del Carroccio.

“La forza non mi arriva dai sondaggi: certo qualche anno fa eravamo al 4-5% e mai avrei pensato che gli italiani ci dessero la forza e la responsabilita’ di essere il primo movimento politico di questo paese; faro’ di tutto per meritarmi questa fiducia, ora per ora, piazza per piazza”, ha assicurato.


“Chiedo a voi il mandato di andare a trattare con l’Unione europea – ha detto Salvini dal palco -, con rispetto e non come ministro, non come governo, ma a nome di 60 milioni di italiani. Se c’è il vostro mandato noi non abbiamo paura di niente e di nessuno”.

La piazza di Salvini a Roma – 8 dicembre 2018

“L’obiettivo della Lega non si ferma alla difesa dei confini nazionali. Serve portare amicizia ed unita’ in un continente che rischia di essere schiacciato da altre super potenze. Non diventeremo solo consumatori”.

“Non mi interessano i sondaggi, possiamo arrivare all’80 per cento, non faro’ mai saltare un governo che lavora per un sondaggio. Se prendo un impegno vado fino in fondo”. “Se il buon Dio mi dà forza e salute questo governo dura per cinque anni e non per sei mesi”.

Il governo, ha assicurato il vicepremier, non introdurrà alcuna nuova tassa: “L’ultima cosa di cui hanno bisogna gli italiani sono nuove tasse”. E poi cita Martin Luther King: “Martin Luther King diceva che non c’e’ bisogno di fare guerre per farsi dei nemici, basta dire quello che si pensa. Non posso ripetere ‘molti nemici e molto onore’ sennò mi rimproverano di nostalgie che non ho”.

“VIVA GLI SPAGHETTI COL RAGU’”

“Dicono ‘il ministro dell’Interno non può pubblicare la foto del piatto di spaghetti che ha mangiato…’, il ministro è una persona normale, diffidate di quei politici che stanno sempre nei palazzi e di cui non sapete niente”. Lo dice il vicepremier Matteo Salvini, intervenendo dal palco della manifestazione della Lega in Piazza del Popolo. “Evviva gli spaghetti col ragù”, scherza il titolare del Viminale, riferendosi alla foto del suo pranzo postata sui social alcuni giorni fa.

BAGNO DI FOLLA

Bagno di folla per Salvini al termine del suo intervento. Il ministro dell’Interno ha percorso tutta la prima fila del pubblico, abbracciando e concedendosi a selfie con i militanti. In piu’ occasioni si e’ arrampicato sulla transenna sporgendosi per raggiungere le file piu’ distanti. A Salvini i sostenitori hanno consegnato regali, come quadri o una bandiera della Russia zarista. Infine, e’ andato a salutare un gruppo di disabili in carrozzina sotto al palco.

CALDEROLI: “PIAZZA DEL CAMBIAMENTO, INDIETRO NON SI TORNA”

“Oggi con la Lega, a Roma, e’ sceso in piazza un popolo, quello del cambiamento, quello che con il suo sostegno sta consentendo alla Lega – Salvini premier e a Matteo Salvini di cambiare l’Italia, di risollevarla, di riportarla a contare in ambito europeo e internazionale”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook il senatore leghista Roberto Calderoli. Poi, aggiunge: “In questi primi sei mesi di lavoro del Governo del cambiamento abbiamo fatto gia’ tantissimo, molto piu’ di quanto fatto negli ultimi cinque anni di pessimi governi del Pd. Abbiamo fermato l’invasione di clandestini, stiamo facendo le espulsioni, stiamo restituendo sicurezza alle nostre citta’ aumentando le risorse per le nostre forze dell’ordine, per avere piu’ uomini e piu’ mezzi sui nostri territori. Stiamo facendo tanto e faremo ancora di piu’ nei prossimi mesi e anni, con il sostegno della gente. Questo e’ solo l’inizio, perche’ il cambiamento e’ partito con Salvini e la Lega e indietro non di torna”.