10 saggi consigli da avere a vent’anni

Mi è molto caro il rapporto tra padri e figli, tra nonni e nipoti, tra giovani e adulti. Penso che, se dovessimo rivivere i nostri beati vent’anni, ci comporteremmo in maniera molto diversa…

“Se vuoi che i tuoi figli siano intelligenti, leggi loro delle fiabe. Se vuoi che siano più intelligenti, leggi loro più fiabe” (Albert Einstein)

“Amate i figli che la Provvidenza vi manda; ma amateli di vero, profondo, severo amore; non dell’amore snervato, irragionevole, cieco, ch’è egoismo per voi, rovina per essi” (Giuseppe Mazzini)

“Rendere i tuoi figli capaci di essere onesti è il principio dell’educazione” (John Ruskin)

“Non abbiamo fatto in tempo a esser cattivi figli che siamo già cattivi padri” (Pier Paolo Pasolini)

“Dare a tuo figlio una competenza è meglio che dargli mille monete d’oro” (Proverbio cinese)

SE AVESSIMO VENT’ANNI

Dieci saggi consigli che sarebbero stati (forse) preziosi da avere a vent’anni. Penso che, se dovessimo rivivere i nostri beati vent’anni, ci comporteremmo in maniera molto diversa.

Mi è molto caro il rapporto tra padri e figli, tra nonni e nipoti, tra giovani e adulti. E qualche giorno fa, viaggiando sul web, mi sono imbattuto in un testo che trascrivo e vi propongo, certamente composto da un autore, anonimo, di età più che matura.

TROPPO TARDI HO IMPARATO CHE…

Eccolo:

“I dieci consigli che mi darei se avessi vent’anni e che purtroppo ho imparato tardi nella vita:

  1. La vita è troppo breve per essere sprecata in un luogo, in una relazione o in un posto di lavoro che non ci rende felici e non apprezzati.
  2. Sacrificare la propria salute per il lavoro non ha senso.
  3. Saper vendere è la più grande abilità che tu possa mai dominare, in tutti gli infiniti segmenti possibili fra cui anche saper vendere se stessi.
  4. Elogia in pubblico e correggi in privato.
  5. Ringrazia e restituisci sempre alle persone che ne hanno bisogno ciò che di bello la vita ti offre.
  6. Sogna in grande perché più i tuoi obiettivi sono alti più alti saranno i risultati che ottieni nella vita.
  7. Rispetta i tuoi genitori anche quando non ti senti capito, piuttosto trova un modo per dimostrare loro di avere ragione.
  8. Puoi creare qualcosa di splendido, ma ci vogliono le persone per tenerlo in vita. Da solo non durerai a lungo.
  9. Non smettere mai di studiare e di imparare da chi ha ottenuto più risultati di te.
  10. Hai fallito? Non importa. Ciò che fa la differenza tra vittoria e sconfitta è non smettere”.

CHISSÀ, FORSE È MEGLIO FARE LIBERE ESPERIENZE

Condivido e mi impossesso anche della conclusione: “Sei d’accordo? In realtà andrei avanti a non finire… E tu quali consigli daresti a te stesso ventenne?”. Per quanto mi riguarda, sono consigli saggi che sarei stato felice di ricevere, a vent’anni. Ma nessuno me li ha dati. E chissà: forse è meglio così, essere liberi di fare da soli le proprie esperienze, includendovi ovviamente il dolore, le sconfitte e le sofferenze.