‘Berlusconi resta il leader del centrodestra, è più forte che mai’

CALCIO: SERIE A MILAN INTER

"Sarò franco: il trio di Bologna non va da nessuna parte". Lo dice Gianfranco Rotondi, deputato di Forza Italia e leader di Rivoluzione Cristiana, in un’intervista al "Tempo". "Il campione – prosegue Rotondi- è uno solo: Berlusconi. Lui è più forte che mai, è popolare più di quando governava".

Alla domanda "cosa manca al centrodestra" Rotondi risponde: "I cattolici, la Dc. Nella storia del centrodestra ci sono quattro forze: Lega, destra, Forza Italia e democristiani. Fi è metà di ciò che era, la destra è un terzo, solo Salvini ha raddoppiato i voti. Forza Italia non prende un voto cattolico neanche a chiederlo in ginocchio. Il voto democristiano  è tutto per Renzi, a cui è riuscito di portare il Pd nei Socialisti europei portandosi dietro i voti dei democristiani. Dobbiamo ribaltare l’imbroglio".

Dunque per Rotondi "servono un Prodi e un Ulivo di centrodestra. Una figura cattolica capace di richiamare e mobilitare il laicato cattolico e allo stesso tempo di fornire valori e programmi unificanti a tutto il centrodestra". "Il leader nel centrodestra rimane Berlusconi – precisa Rotondi – Serve un candidato premier".