VPN: naviga in modo sicuro sul web

La VPN protegge la tua navigazione sul web rendendola anonima e sicura. Scopri che cos’è e perché dovresti utilizzarla

VPN: di che si tratta? VPN in casa?

Dal punto di vista privato e di protezione degli attacchi informatici, invece, la VPN rende la navigazione cifrata e inaccessibile. Tutto ciò che si visita, le informazioni digitate e altri dati sensibili come informazioni anagrafiche e di pagamento restano VPN, Virtual Private Network, è una tecnologia che consente di navigare sul web e di utilizzare servizi online in modo anonimo e sicuro. Una VPN può essere installata su qualsiasi dispositivo mobile o fisso, per lavoro, per svago o semplicemente per navigare, e permette di nascondere la reale posizione da cui ci si connette.

Tutta la navigazione diventa anonima, e tutto ciò che passa dal dispositivo connesso al web e il server remoto è crittografato, quindi nessuno vi può accedere. Anche se è nata in ambito aziendale circa vent’anni fa, oggi la VPN è utilizzata in modo crescente dagli utenti privati per navigare in anonimato, per evitare il tracciamento, e per avere il massimo della sicurezza quando si utilizza Internet, in particolare per le reti wi-fi pubbliche, che sono molto rischiose poiché spesso sono attaccate da pirati informatici per rubare dati e per truffe informatiche.

In che modo la VPN rende la tua navigazione sicura sul lavoro?

La VPN è una rete virtuale privata che crea un passaggio sicuro dei dati, grazie al fatto che sostituisce la nostra posizione reale, l’Internet Protocol, con un server remoto. Utilizzare una rete VPN offre diversi vantaggi, primo fra tutti una navigazione sicura sul web.

In primo luogo, per il lavoro, in particolare per il lavoro da remoto, che negli anni recenti è diventato molto diffuso. Quando ci si connette ad un server aziendale tramite una VPN, tutti i siti e le applicazioni lavorative sono accessibili anche dall’esterno senza intercettazioni di dati.

Come si può utilizzare una anonime, pertanto inaccessibili da parte di soggetti esterni, tra cui hacker e malintenzionati.

La VPN è inoltre fondamentale per garantire l’anonimato e la privacy, poiché rende impossibile stabilire la posizione da cui ci si connette e il tipo di dispositivo da cui si naviga. Inoltre, la VPN è un ottimo strumento per visitare siti che sarebbero altrimenti bloccati nel nostro paese.

Ciò può capitare per applicazioni, contenuti multimediali, piattaforme di streaming, ed è fondamentale anche in molti paesi in cui esistono delle censure a livello governativo. Infine, la VPN permette di navigare in sicurezza quando ci si connette, in viaggio o fuori casa, con una rete wi-fi pubblica. Le reti wi-fi pubbliche non sono protette da eventuali attacchi di hacker, e la VPN consente di proteggerci.

Quali sono le caratteristiche della VPN ideale?

Premesso che una VPN gratuita offre servizi di qualità inferiore meno affidabile di una VPN a pagamento, vi sono almeno quattro fattori che caratterizzano un buon servizio VPN. Ecco quali sono.

  1. Autenticazione a due fattori: si tratta di una modalità di sicurezza che richiede due tipi di autenticazione per l’accesso ad un sito. Ad esempio, oltre alla password può essere richiesto un codice inviato su un cellulare, oppure l’inserimento dell’impronta digitale. Questa caratteristica aumenta la sicurezza e limita gli accessi indesiderati.
  1. Kill switch: questa opzione permette di interrompere automaticamente la connessione sicura, e nel caso di chiudere i programmi aperti, se si interrompe la connessione VPN per un qualsiasi motivo.
  2. Crittografia dell’IP: la VPN ideale nasconde la posizione da cui digiti, non soltanto al fornitore di Internet, come ad esempio la tua compagnia telefonica, ma anche a terzi. Tutto ciò che ricevi e invii online è protetto e inaccessibile.
  3. Protocolli crittografati: un buon fornitore di VPN rende anonima tutta la tua cronologia di navigazione, i cookies, le pagine visitate, e tutti gli altri dati personali che lasci quando navighi. Ad esempio, le informazioni finanziarie, i tuoi dati anagrafici, e il tempo di permanenza sulle pagine.

Quanti tipi di VPN esistono?

Vi sono molte tipologie di VPN, anche se quelle principali si dividono in tre categorie:

  1. VPN site-to-site: questo tipo di VPN è utile in ambito aziendale, per connettere varie sedi da punti diversi ciascuno con la propria rete locale, tenta infatti di accedere alle risorse da un. all’altro in modo sicuro e anonimo. Sono utilizzate soprattutto per lavoro.
  2. VPN SSL: questa tipologia di VPN è utile soprattutto per chi lavora a distanza, perché permette di accedere anche da casa, tramite un browser compatibile, al server aziendale tramite password e username e senza rischio di furti di dati.
  3. VPN client- server: questo tipo di VPN è molto utile se si naviga dai le reti come fai pubbliche, perché permette di collegarsi al web tramite un server offerto dalla VPN la navigazione quindi crittografata, e impedisce ai terzi di accedere ai dati e di compromettere la connessione.