VIDEO | M5S, Di Battista se ne va: “Nel governo Draghi partiti che ho sempre contrastato”

“Non posso che farmi da parte rispetto a un governo con tutti questi partiti insieme che ho contrastato”, “con Di Maio buoni rapporti, non c’è rancore”

Alessandro Di Battista dice addio al Movimento 5 Stelle. “Mi fanno piacere i tanti attestati di stima, io sono fatto così, ho le mie convinzioni, rispetto le idee differenti ma non posso che farmi da parte rispetto a un governo con tutti questi partiti insieme che ho contrastato”. Sono le parole pronunciate dall’ormai ex pentastellato parlando con i giornalisti sotto la sua casa di Roma.

“Non ho alcun futuro politico – ha aggiunto – sto scrivendo, le battaglie si possono fare anche fuori dal Parlamento senza essere pagato con denaro pubblico. Con Di Maio i rapporti sono buoni e sereni, faccio in bocca al lupo, sa come la penso, non c’è rancore”. In quanti lo seguiranno? “Non so, ognuno ha le proprie responsabilità”.

Le prime reazioni arrivano proprio dalla galassia grillina. “In questi anni Alessandro Di Battista ha fatto tantissimo per il MoVimento 5 Stelle. Gli attacchi che sta subendo in queste ore sono del tutto inaccettabili”, dichiara il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro. “In questa fase politica – prosegue – la pensiamo in modo diverso, ma rispetto la sua posizione. Quando c’era da esporsi in prima persona per il M5S lui l’ha sempre fatto senza risparmiarsi mai. Per questo avra’ sempre tutta la mia stima e gratitudine. Alessandro puo’ ancora dare moltissimo per il MoVimento e io voglio credere che in futuro continuera’ a farlo”.

“‘Il nostro unico lobbista e’ il popolo italiano’. Questa e’ una delle piu’ vere e straordinarie frasi di Alessandro Di Battista, la migliore forse per descrivere il nostro Movimento, dove non sono mai stati i soldi a condizionare le scelte, ma i diritti violati e le necessita’ inascoltate della gente per bene”. Lo sottolinea su Facebook il senatore del M5s, Danilo Toninelli. “Inutile nascondercelo – prosegue l’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti -, se oggi il Movimento ha potuto soddisfare alcuni di questi bisogni approvando ad esempio il reddito di cittadinanza o una possente legge anticorruzione, e’ anche grazie a te che hai fatto innamorare milioni di persone al nostro simbolo. Com’e’ anche grazie a te se oggi la nostra Costituzione e’ ancora integra e non e’ stata stravolta da una ridicola quanto schifosa modifica tanto voluta da Renzi e dal Pd del 2016”.

Nicola Morra, senatore M5S e presidente della commissione parlamentare Antimafia: “Spesso siamo stati in disaccordo, ma sempre gli ho riconosciuto una dedizione per il MoVimento come pochi. Ci rivedremo. Grazie Ale”.

“Assoluto affetto. E non solo. Provo affetto e stima totale per Ale ma anche tanto dolore per la sua decisione che condivido. In alto il cuore di chi ne possiede uno”. Così scrive su Facebook Vittorio Di Battista, padre di Alessandro, commentando la decisione dell’ex deputato M5S di allontanarsi dal Movimento.