VIDEO | Arma dei Carabinieri, “207 anni di storia strettamente collegata a quella degli italiani”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "L'Arma ha corrisposto alle esigenze immediate della popolazione in tante forme concrete, particolarmente a quelle dei piu' fragili”

In occasione del 207esimo anniversario di costituzione dell’Arma dei Carabinieri, ricevendo al Quirinale il Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi accompagnato da una rappresentanza di appartenenti alla Forza Armata, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha detto: “I Carabinieri sono accanto ai cittadini e a sostegno delle istituzioni democratiche” per “promuovere la felicita’ dello Stato, cioe’ dei cittadini”.

Mattarella ha citato le parole dello stesso Luzi ricordando i “207 anni di storia strettamente collegata a quella degli italiani”.

“Nelle attuali difficolta’ che l’emergenza della pandemia ha determinato nel nostro Paese, l’Arma ha fornito il suo contributo prezioso confermando la sua vocazione a essere vicina alla vita quotidiana e concreta degli italiani” ha detto il Presidente.

“L’Arma – ha proseguito il Capo dello Stato – ha corrisposto alle esigenze immediate della popolazione in tante forme concrete, particolarmente a quelle dei piu’ fragili. Tra le tante incombenze svolte, quella di vigilare sulla conservazione e distribuzione corretta dei vaccini, quella di impedire illeciti comportamenti nella distribuzione, per garantire il rispetto delle misure di precauzione favorendo la ripresa in sicurezza delle attivita’ lavorative”.

Mattarella ha ricordato infine che “questi impegni hanno comportato dei rischi, hanno perso la vita trenta Carabinieri, undicimila sono stati contagiati. Mentre eravamo tutti chiusi nelle nostre abitazioni c’era chi garantiva la nostra sicurezza, affrontando un pericolo che gli altri cittadini evitavano restando in casa. Tutto questo inoltre non ha ridotto l’impegno ordinario dell’Arma”, in Italia e nelle missioni all’estero.