Venezuela, il Pd: “Ci sono i morti per le strade, il governo italiano batta un colpo”

Zingaretti: “Su una cosa bisogna essere chiari: Maduro ha la responsabilita' di aver stremato il Paese e averlo condotto sull'orlo della guerra civile”

Caos Venezuela entrato in pieno nel dibattito politico italiano, i dem non stanno a guardare. Su Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, scrive: “La situazione in Venezuela e’ molto preoccupante. Esprimiamo la nostra vicinanza al popolo venezuelano e alla nostra comunita’. Su una cosa bisogna essere chiari: Maduro ha la responsabilita’ di aver stremato il Paese e averlo condotto sull’orlo della guerra civile. Il governo italiano esca dall’ambiguita’ e batta un colpo per evitare che la situazione degeneri e per favorire un percorso democratico”.

Si fanno sentire in tanti, tra gli altri la senatrice del PD Valeria Fedeli: “Davanti alla drammatica crisi venezuelana l’Italia e l’Europa devono far sentire la loro voce”. “Ci sono morti per le strade, feriti, arresti, gravissime violazioni dei diritti umani, civili e democratici. Troppo blanda la reazione dell’Unione europea. Non basta una letterina come quella sottoscritta anche dal nostro ministro degli Esteri. Il governo e il Parlamento italiani dicano subito e con chiarezza da che parte stanno. Si capisce l’imbarazzo del M5S il cui fondatore si è dichiarato estimatore del modello Maduro. Ma una grande democrazia come la nostra – conclude la nota – non può che schierarsi con assoluta nettezza, senza esitazione alcuna, dalla parte della libertà, del rispetto del voto democratico e contro ogni forma di repressione in atto”.

Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri della Camera: “Non sappiamo come finirà e seguiamo con apprensione quanto sta accadendo in Venezuela. Dato il ruolo dell’esercito c’è un rischio altissimo di guerra civile. Solidarietà ai 300mila connazionali della comunità italiana in Venezuela. L’unica cosa certa è che c’è un unico, delittuoso, chiaro colpevole: Nicolas Maduro, che per la sua sete di dominio ha spaccato, affamato e impoverito il suo Paese. Noi stiamo con l’opposizione democratica e chiediamo che il governo italiano prenda una posizione chiara a protezione dei nostri concittadini e concordata in sede europea per favorire una soluzione pacifica della crisi”.

Ivan Scalfarotto, deputato Pd, componente della commissione Esteri della Camera: “Vista la grave crisi che sta vivendo in queste ore il Venezuela, chiediamo al governo di venire in Aula alla Camera per riferire su quali siano gli sviluppi della situazione e le valutazioni dell’esecutivo”.