Terroristi e assassini a piede libero, Fabrizio Corona in gabbia – di Leonardo Cecca

Premetto che non ho alcuna simpatia per Fabrizio Corona, perché il suo modo di fare spavaldo e un po’ da bullo mi fa girare i "cosiddetti". Ma questa è solo una mia considerazione personale e nulla di più.

Da qualche giorno i media parlano della sua richiesta di grazia "parziale" al Presidente della Repubblica ed allora ho cercato di capire quali e quanti delitti e morti ammazzati costui abbia lasciato dietro di sé, in quanto sta scontando 15 anni di reclusione nel carcere di massima sicurezza di Opera. Scoperta sconcertante: non ha ammazzato nessuno, nemmeno a seguito di incidente automobilistico, non ha fatto nessuna rapina a mano armata, non è stato mai membro di alcuna organizzazione eversiva, non ha mai assaltato le forze dell’ordine con bombe molotov e non è stato, cosa di gravità inaudita, mai un terrorista.

Sta scontando 15 anni di galera, con lo stesso trattamento riservato ai mafiosi, per il reato di estorsione ai danni di personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.

Ebbene, nella Patria del Diritto, oltre a seguitare a stipendiare magistrati, che con la mente offuscata hanno dato credito a criminali incalliti che di punto in bianco si sono "pentiti" raccontando balle, magistrati che commettono errori che costano anni di galera ad innocenti, tanto loro non pagano nulla, magistrati che processano Storace per vilipendio al Capo dello Stato e nel contempo non sentono gli insulti rivolti a Napolitano da altri, magistrati che nulla fanno per chi insulta e vomita fango verso le forze dell’ordine, dobbiamo anche annoverare una serie, abbastanza folta, di ex terroristi con alle spalle omicidi, che sono stati "riciclati" e vivono da persone normali, alcuni sono direttori di associazioni, altri insegnano, altri assunti nelle amministrazioni pubbliche, senza trascurare anche un ex terrorista che è stato eletto senatore.

Ad un profano di diritto come il sottoscritto, ma con un po’ di buonsenso, sembra che questa Patria del Diritto sia un gran guazzabuglio, che non meriterebbe nemmeno essere annoverata tra i paesi civili.