Sprechi energetici: come evitarli (e risparmiare)

Non sprecare energia implica un minore impatto sull’ambiente ma anche un grande risparmio da parte di ogni nucleo familiare

Sparlampe Save Electricity Eco Electricity

Forse non tutti ne sono coscienti ma in casa hanno luogo tantissimi sprechi energetici (la maggior parte dei quali può essere evitata facilmente). A riportarlo sono i dati di settore, in particolare quelli raccolti da Censis, secondo i quali nel comparto residenziale gli sprechi di energia arrivano a un valore che supera gli 8 miliardi di euro. Anche il report Enea conferma questa situazione, sottolineando che il 30% circa dei consumi energetici nazionali dipende proprio dai consumi domestici. A questo punto appare necessario sottolineare quali sono i comportamenti da adottare in casa per evitare un consumo eccessivo.

Consigli utili per non sprecare la corrente in casa

Non sprecare energia implica un minore impatto sull’ambiente ma anche un grande risparmio da parte di ogni nucleo familiare. Se nonostante l’uso oculato delle risorse si nota comunque un dispendio eccessivo, poi, è il caso di prendere in considerazione l’idea di approfittare del mercato libero e valutare la convenienza delle offerte di luce proposte da fornitori come Acea Energia, per esempio, che sfrutta fonti rinnovabili.

Ci sono però alcuni accorgimenti che si rivelano molto utili in ottica di risparmio. I grandi elettrodomestici, ad esempio, sono una delle fonti di maggior consumo in casa ed è per questo motivo che conviene sostituire quelli più datati con altri nuovi, controllando sempre la classe energetica e utilizzandoli correttamente. Anche per la lavatrice servono alcune accortezze: meglio evitare di impostare centrifuga e temperature sempre molto alte (il 90% del consumo della lavatrice è legato proprio al riscaldamento dell’acqua), inoltre è consigliabile impostare i programmi di lavaggio eco, quando possibile, in quanto consentono di risparmiare sia sul consumo idrico che elettrico. Infine, attenzione al condizionatore: il suo uso dovrebbe essere abbinato sempre a quello di un deumidificatore d’aria, che consente di ottenere un risparmio energetico del 75%.

Gli elettrodomestici, però, non sono tutto: attenzione anche all’isolamento dell’abitazione, provvedendo all’installazione di infissi con doppi vetri e del cappotto termico per evitare spifferi e fughe di calore che contribuiscono al consumo energetico; quest’ultimo è un intervento che richiede un investimento non indifferente, ma si dimostra particolarmente efficace per arrivare a un risparmio consistente nell’arco dell’anno. Anche l’illuminazione in casa dovrà seguire delle logiche sostenibili: è quindi consigliabile provvedere alla sostituzione di tutte le vecchie lampadine ormai obsolete con quelle LED a risparmio energetico; queste infatti hanno una resa nettamente migliore e permettono di abbattere i costi in bolletta del 45% circa.