Schifani (Ncd), Forza Italia sempre più lontana da ciò che fu

"Le dichiarazioni dell’ex parlamentare Vladimir Luxuria, al di la’ del contesto in cui sono scaturite, denotano il progressivo allontanamento di Fi da quei valori che l’hanno contraddistinta fin dalla sua nascita. E’ dinanzi a simili frasi che si consolida in me la convinzione di quanto compiuto un anno fa". Lo dice il senatore del Nuovo Centrodestra, Renato Schifani, che continua.

"Verrebbe quasi da chiedere a coloro che nel novembre del 2013 non ebbero il coraggio di interrompere il cammino intrapreso con Silvio Berlusconi, se il vero tradimento non sia voltare le spalle ogni giorno a quei valori e quelle battaglie che per un ventennio sono state il carattere distintivo della nostra azione politica, piuttosto che l’avere scelto di garantire la continuita’ della legislatura, impedendo al Paese di essere travolto dalla bancarotta. Non mi riferisco soltanto alle intemerate dichiarazioni sulle adozioni gay, ma anche al voto contrario sulla riforma dell’articolo 18, oppure alla preannunciata opposizione alla legge di Stabilita’ che, oltre a prevedere tagli alle imposte inserira’ incentivi a favore delle famiglie, fortemente sollecitati dal Nuovo Centrodestra".

"Senza parlare della riforma della giustizia con l’inserimento del principio della responsabilita’ civile per i magistrati, oltre ad avviare, finalmente, una regolamentazione delle intercettazioni. Queste – sostiene Schifani – sono tutte battaglie storiche del centrodestra che non hanno mai trovato esito positivo, ma che ora possono diventare legge. Per questo mi sento di rivolgere un appello a quei tanti amici e colleghi che con me hanno condiviso i valori di Forza Italia prima, e del Pdl poi, e che adesso soffrono ed assistono silenziosi alla fine di una esaltante stagione politica, di contribuire insieme a noi a costruirne un’altra, partendo da quel movimento liberale e popolare da cui potra’ rinascere un centrodestra vincente ed alternativo alla sinistra".