Sardegna, Berlusconi: “Sinistra in crisi, declino irreversibile M5S. Centrodestra unito vince”

“Gli italiani stanno aprendo gli occhi”. Berlusconi commenta con i suoi le elezioni in Sardegna e guarda già al prossimo appuntamento elettorale, le Regionali in Basilicata, in programma a fine marzo. Il candidato del centrodestra unito è di Forza Italia

Silvio Berlusconi, commentando il voto in Sardegna con i suoi, fa la sua analisi: gli italiani stanno riaprendo gli occhi. Lo dimostra il tonfo dei Cinque Stelle in Sardegna, dopo quello in Abruzzo. Sì, il Cavaliere ne è convinto: gli italiani stanno rinsavendo. Ma il voto in Sardegna dimostra anche un’altra cosa, ancora una volta: il futuro – sottolinea Berlusconi – è del centrodestra unito.

L’uomo di Arcore è inoltre convinto che il voto di domenica abbia ridimensionato la Lega di Salvini, “non è autosufficiente”.

Berlusconi guarda già al prossimo appuntamento elettorale, le Regionali in Basilicata, in programma a fine marzo. Anche lì il centrodestra corre unito e il candidato è di Forza Italia.

Il leader azzurro si dice “soddisfatto” e assicura: “Per la Sardegna oggi comincia una stagione nuova, tornera’ a crescere”. “Essenziale” per la vittoria “la funzione di Forza Italia, che anche in Sardegna ha dato vita a liste civiche con suoi esponenti che naturalmente sul piano politico vanno sommate ai voti di Forza Italia”.

“Desidero congratularmi con Christian Solinas e con tutti gli eletti di Forza Italia e del centro-destra”, dichiara Silvio Berlusconi in una nota: “Ringrazio anche le azzurre e gli azzurri della Sardegna, i nostri candidati, il coordinatore regionale, i parlamentari, gli amministratori locali e i molti militanti che ho visto impegnati con generosita’ e dedizione durante la campagna elettorale. A tutti loro voglio ribadire che saro’ vicino al nuovo governo regionale per garantire la realizzazione concreta del nostro programma”.

“Due considerazioni infine sui nostri avversari: il centro-sinistra ha confermato di essere in crisi di idee, di uomini, di consenso. I Cinque Stelle hanno finalmente imboccato la strada di un declino irreversibile che si aggrava man mano che il Paese si rende conto della loro totale inettitudine. Dunque tutto bene: gli italiani continuano ad aprire gli occhi”.