Santanchè, ‘mio abito alla Scala? Pagato 300 euro, stilista italiano’

"Tutti parlano del mio look alla Scala? Pensate come e’ messo il paese, il mio abbigliamento non e’ stato aggressivo, anzi e’ stato quasi Ottocentesco: una gonna larghissima verde, una camicia bianca da uomo e un papillon, ero assolutamente normale. E’ il paese ad esser bigotto e conformista, devi vestirti solo di nero e con le pailletes". A parlare, ospite del programma di Rai Radio2 Un Giorno da Pecora e’ proprio lei, Daniela Santanche’, la deputata FI che alla prima della Scala ha scatenato su di se’ tutte l’attenzione mediatica per via di una abito verde giudicato troppo eccentrico.

"L’abito e’ di uno stilista, un giovane ragazzo italiano, mio amico, bravissimo. Oltretutto l’ho pagato anche molto meno di tanti abiti Dior e simili che ho visto li’ quella sera. Tutti hanno investiti in stilisti stranieri, costosi e omologati, io no". Quanto le e’ costato, hanno domandato i conduttori Geppi Cucciari e Giorgio Lauro? "Trecento euro".

Sul web l’hanno presa pesantemente di mira. "Si vede che hanno molto poco da dire". Come giudica l’abito della first lady, Agnese Renzi? "Molto bene, aveva un vestito di pizzo molto sexy". E suo marito? "Non l’ho notato. Lei e’ piu’ in forma di lui, Agnese corre e si mantiene in forma, Renzi mi sembra un po’ appesantito", ha concluso la Santanche’ a Rai Radio2.