Salvini snobba presidente Mattarella e avverte: no ai riciclati nella Lega (VIDEO)

Matteo Salvini (C), federal secretary of the Italian political party, Lega Nord, and far-right activists demonstrate against immigration on October 18, 2014 in Milan. AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

Matteo Salvini diserta la cerimonia al Quirinale nel giorno del giuramento del nuovo Capo dello Stato. Nella sala dei Carrozzieri la poltrona destinata al leader leghista (accanto a quella di Berlusconi) resta vuota e il numero uno del Carroccio, una volta di piu’, sembra voler dire che ai big della politica romana preferisce la diretta di Radio Padania e "parlare a milioni di padani e italiani". Anche se, interpellato, nega di aver voluto mancare all’appuntamento intenzionalmente: "C’e’ la targhetta su un posto – si limita a osservare – ma non mi hanno chiamato…". E poi, aggiunge Salvini, occasioni per incontrare Sergio Mattarella non mancheranno anche se "il percorso politico di uno cresciuto a pane e Andreotti, De Mita e D’Alema" non e’ quello che "del mio rappresentante ideale".

Una ragione in piu’ per evitare ogni commento al primo discorso del presidente della Repubblica: "Lo aspetto alla prova dei fatti", dice ancora Salvini, che nel frattempo non usa invece mezze misure nei confronti della presidente della Camera Laura Boldrini ("e’ la peggior presidente della Camera della storia") La Lega (che comunque alla cerimonia al Quirinale e’ rappresentata dallo stato maggiore del partito) guarda intanto avanti, alla riorganizzazione della scena politica.

Salvini boccia l’ipotesi di dare vita a una Lega delle Liberta’: "La Lega e’ la Lega – rivendica – vedremo se allearci con qualcuno ma escludo listoni unici, marmellate, frittate". Non solo. Il Carroccio non vuole neanche diventare un rifugio per "riciclati": sono tutte "cazzate – prosegue ancora Salvini – ho letto nomi improponibili. Conosco alcune persone da anni, che mi farebbe piacere dessero una mano al progetto Lega, ma ne conto 3 o 4". Il leader leghista spiega di essere interessato a "un processo alternativo alla sinistra. Ncd dura poco – e’ il pronostico – Forza Italia si sta riorganizzando….ma io a Berlusconi ho detto che non puo’ votare tutte le schifezze di Renzi e poi dire che dobbiamo correre insieme".