Salvini a Porta a Porta, ‘mai con Alfano. Non moriremo renziani’

RAI PORTA A PORTA ROMA 14 SETTEMBRE 2015 PUNTATA DI PORTA A PORTA IN ONDA SU RAIUNO NELLA FOTO MATTEO SALVINI FOTO RAVAGLI/INFOPHOTO

Matteo Salvini, ospite a Porta a Porta, a proposito di alleanze politiche in vista delle elezioni comunali del 2016 a Milano ha detto: “Con Alfano nemmeno un caffè, se c’è lui non ci sono io. Maroni governa bene la Regione Lombardia, ma se li è trovati gli alfaniani, sono loro che hanno cambiato, prima erano in Forza Italia… Se devo costruire qualcosa di nuovo lo faccio con Alfano? Meglio sacrificare due voti e salvare la coerenza".

Salvini ha continuato: “A Milano governa la sinistra e denuncia che questo governo toglie soldi e manda immigrati che non si riesce ad accogliere”. Il nostro candidato? “Sto cercando qualcuno migliore di me, non è difficile, vediamo. Ci sono persone che si sono rese disponibili, anche al di là del mondo della politica”.

Intanto il governo Renzi va avanti. Anche con il sostegno di uno come Denis Verdini. “Verdini canta e Renzi se la gode, io sono schifato, a me fanno imbarazzo certi voti", ha commentato il leader leghista. "Alla gente dico: non perdete la fiducia, c’è vita dopo Renzi, arriviamo".

RADIO PADANIA A Radio Padania Salvini assicura gli ascoltatori: “Adesso Renzi sembra onnipotente ma noi ci stiamo preoccupando del giorno dopo. Non moriremo renziani". Poi l’attacco al governo: ”Mancava solo il canone Rai in bolletta… solita follia all’italiana…a parte che non si puo’ fare…questo Renzi punta solo ad incassare soldi. Ma se il servizio pubblico e’ quello che vediamo, salvo rare eccezioni, non vale un centesimo”.

Parlando della manifestazione della Lega in programma a Bologna: ”Se l’8 di novembre a Bologna, invece di 50 o 100 mila saremo in duecento o trecentomila, cosa possibilissima visto che gia’ solo gli ascoltatori di questa radio sono molti di piu’, allora vedrete che le cose cambiano sul serio”.

”Io i sondaggi li prendo per quel che sono, non mi sono depresso quando eravamo al 4% e ho portato la Lega a tre-quattro volte tanto, figurarsi se sto qui a guardare variazioni di mezzo punto… L’unica cosa di cui sono certo e’ che alle elezioni noi prenderemo un voto in piu’ di Renzi e governeremo”.