ROMA | De Vito, ex M5S presidente Assemblea Capitolina, passa a Fi. L’azzurro Ruggieri: “Provo ribrezzo” [VIDEO]

"Nel M5S non mi ritrovo più - dice all'Adnkronos - troppe capriole ideologiche, un susseguirsi di cambi di rotta, uno stillicidio. Grazie per l’accoglienza a Gasparri e Tajani”

Conferenza stampa alla sede di Forza Italia con Tajani e Gasparri per l’annuncio del passaggio dell’ex M5S e presidente dell’Assemblea Capitolina Maurizio De Vito al partito di Berlusconi.

“Ora il Movimento 5 Stelle non ha la maggioranza in Assemblea Capitolina”, dice all’ANSA De Vito. “In questo momento hanno 24 consiglieri su 49, sindaca compresa”, specifica. “A questo aggiungerei il fatto che c’e’ molto malcontento non solo tra la base ma anche tra i portavoce – evidenzia – e molti seguiranno la mia decisione, soprattutto nei municipi. Ma non credo finirà lì”.

Dopo essere finito in carcere per l’inchiesta sullo stadio della Roma, che lo vede ancora indagato, è stato “totalmente abbandonato” dal Movimento, ma giura che questo, con la decisione di spostarsi in Forza Italia, “non c’entra niente”.

“Nel M5S non mi ritrovo più – dice all’Adnkronos – troppe capriole ideologiche, un susseguirsi di cambi di rotta, uno stillicidio. Gli Stati generali rinviati, il contenzioso con Casaleggio, il video di Grillo, il voto disatteso sulla governance a 5. Io non ero più a mio agio e sono tornato nell’area politica che mi è più affine, quella che votavo prima di essere poi affascinato, in un periodo di delusione politica, dal M5S”.

“Sono sempre stato un elettore di centrodestra – dice – ora ero in una fase in cui dovevo scegliere: o lasciare la politica o continuare dopo aver maturato comunque otto anni di esperienza. Ho avviato un confronto con Gasparri, un confronto costruttivo e convincente sui temi e ho scelto di andare avanti. Oggi per me è una giornata felice, mi sento leggero dopo un periodo di pesantezza e di grandi delusioni”.

Le parole di Andrea Ruggieri nei miei confronti? “Rispetto il suo punto di vista ma lui non conosce me e io non conosco lui”.

Forza Italia, Ruggieri (FI): Provo ribrezzo per arrivo De Vito

“Provo autentico ribrezzo per la scelta, di cui nulla sapevo fino a stanotte, e da cui mi dissocio, di imbarcare in Forza Italia un grillino dei peggiori, personaggio pessimo non perché indagato ma perché candidato contro Forza Italia a suon di video in cui ci dava dei ladri e dei mafiosi”. Così Andrea Ruggieri, in un video su Instagram, commenta l’adesione di Marcello De Vito a Forza Italia. “Davvero non si riesce a importare gente nuova e in gamba, e si preferisce riciclare un grillino insultatore poi persino arrestato per corruzione, e che oggi si permette persino di indicare la rotta a Forza Italia? Se la dirigenza di Forza Italia è così disperata e ormai capace solo di dissipare consenso con scelte folli, anziché cercarne di nuovo reclutando persone nuove e in gamba, rifletta se passare di mano il testimone”, conclude Ruggieri.

Silvestri: “In bocca al lupo a De Vito, se passa a FI cambiato molto anche lui”

Sulla vicenda di Marcello De Vito Francesco Silvestri, Deputato del Movimento 5 Stelle, non commenta, “Una sua scelta. In bocca al lupo, il M5s continua a sostenere Virginia Raggi. Se passa al partito di Berlusconi è cambiato molto anche lui”.