Roma, ‘i grillini vogliono dare bonus casa agli zingari’

Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini nell’ormai ex Consiglio Comunale, è intervenuto questa mattina su Radio Cusano Campus. Onorato è stato particolarmente duro nei confronti del Movimento Cinque Stelle: "Ma avete sentito l’ultima proposta dell’ex capogruppo grillino, De Vito? Secondo i grillini per chiudere i campi rom bisogna dare 400 o 500 euro al mese ai nomadi di buoni casa oppure dargli le case popolari. Ma dove vivono? Su Marte? I diritti anche per i rom devono andare di pari passo con i doveri. Il vero razzismo per chi vive a Roma riguarda chi oggi non vive nei campi nomadi. Bisogna chiudere immediatamente tutti i campi nomadi irregolari e rispedire a casa chi c’è dentro”.

“Nei sette campi nomadi regolari che sono a Roma invece bisogna ripristinare la legalità. Dal giorno dopo chi ci abita deve pagare le utenze. Se non hanno i soldi per pagarsi le utenze – prosegue Onorato – devono fare ore lavoro per la pulizia di parchi e giardini. C’è una legge che deve valere per gli italiani, per i rom, per i sinti, per tutti allo stesso modo. E bisogna smetterla anche con i pulmini per la finta integrazione scolastica. Se c’è una lontananza che supera X metri dalla scuola c’è il pulmino, altrimenti anche i nomadi dovranno prendere l’autobus e pagare il biglietto, perché la salita sugli autobus sarà da davanti. Se il Movimento Cinque Stelle rispolvera la proposta della sinistra più estrema di dare i buoni per la casa ai rom mi chiedo che cosa dovrebbe fare la gente onesta che una casa non riesce ad averla. Andare a rubare?".

Da Onorato, poi, una rivelazione sulla futura composizione della lista Marchini: "I partiti hanno fallito ma nei partiti ci sono persone oneste e competenti. Dico di più: nelle nostre liste avremo ex candidati del Movimento Cinque Stelle che hanno preso anche tanti voti ma che sono stati allontanati da Grillo, Casaleggio e la setta dei grillioti grillini di Roma perché hanno avuto il coraggio di dire no ai loro diktat. Abbiamo già nelle nostre fila ex coordinatori di Municipio del Movimento Cinque Stelle, a Roma il Movimento Cinque Stelle è una setta parentale, o fai parte della cricca di De Vito&Co oppure ti cacciano. Loro sono degli stalinisti".