Renzi: “Perché Salvini non parla mai di droga? Eppure…”

“Davvero crediamo siano solo gli stranieri a spacciare?”. Sui vaccini: secondo Renzi gli 8 casi di morbillo a Bari dimostrano che "i grilloleghisti sono matti"

Matteo Renzi

Matteo Renzi nella sua tradizionale Enews si chiede come mai il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, non parli mai di droga.

“Perché il ministro Salvini non parla mai di droga?”, scrive Renzi: “Eppure anche i più recenti, terribili, fatti di cronaca nascono da vicende legate alla droga, anche se si preferisce sottolineare la polemica sull’immigrazione“.

“Davvero – prosegue il senatore Pd – pensiamo che la droga sia gestita, spacciata, diffusa solo da giovani migranti di colore contro i quali quotidianamente il ministro combatte a colpi di Tweet? E perché allora non riservare la stessa determinazione alla lotta contro la droga? Davvero fingiamo di non sapere quanti italiani, italianissimi, siano implicati in questa rete?”.

Non mancano frecciatine rivolte a Luigi Di Maio, l’altro vicepremier del governo gialloverde: “Quali inconfessabili esigenze costringono Di Maio a imporre a tutto il governo questa figuraccia galattica del condono?”, si chiede ancora l’ex premier.

Sui vaccini: secondo Renzi gli 8 casi di morbillo a Bari dimostrano che “i grilloleghisti sono matti”. Su twitter, l’ex premier scrive: “Otto casi di #morbillo a Bari. Pare siano causati da una bambina figlia di NoVax. Il Governo ‘No Tav’, ‘No olimpiadi’, ‘No Gronda’ deve almeno smettere di essere ‘No vax’ e ripristinare la legge Lorenzin, subito. La scienza ha ragione, i grilloleghisti hanno torto. Questi sono matti”.