Renzi al Teatro La Scala, ‘un grande messaggio culturale al mondo’

Matteo Renzi, presente al Teatro La Scala, fermandosi a parlare con i giornalisti tra il primo e secondo atto della Giovanna d’Arco, dice: "La prima della Scala e’ sempre un grande messaggio culturale al mondo. In questa stagione del nostro tempo, credo che sia un messaggio ancora piu’ forte: noi siamo convinti che l’Italia debba e possa far sentire la propria voce sul piano dell’identita’ dei valori e della cultura" e "alla Prima della Scala da questo punto di vista era assolutamente irrinunciabile esserci".

"Oggi è un giorno di festa – aggiunge il premier – e il messaggio che voglio dare agli italiani oggi e per il Giubileo è quello del coraggio. Viviamo una stagione difficile, non dobbiamo sottovalutare niente, ma non ci faremo rinchiudere in casa, sarebbe il messaggio più sbagliato".

Prima dell’appuntamento alla Scala, si è svolto a Milano, secondo quanto si apprende, un incontro riservato tra Matteo Renzi, Beppe Sala e Maurizio Martina. Secondo voci raccolte negli ambienti milanesi il commissario di Expo avrebbe ribadito la propria disponibilità a mettersi al servizio della città, sostenendo che le primarie cittadine possono essere un’occasione importante. A patto, però, sottolineano gli stessi ambienti, che rappresentino una vera chance di condivisione degli impegni per la città e non vengano utilizzate, invece, strumentalmente a livello nazionale per partite che nulla c’entrano con l’interesse di Milano e dei milanesi.