Regionali, Renzi in Veneto: ‘sfida difficile ma entusiasmante’ (VIDEO)

WCENTER 0XMICHRLEO Il sindaco di Firenze Matteo Renzi durante l'assemblea nazionale del Pd, 14 luglio 2012 nel salone delle fontane a Roma. ANSA/ GUIDO MONTANI

Matteo Renzi, in un comizio a Vicenza a sostegno della candidata dem a presidente del Veneto, Alessandra Moretti, in vista delle regionali del 31 maggio, ha detto: "Solo chi guarda in modo compulsivo i talk show pensa che l’Italia sia il Paese della disperazione. Siamo uno dei Paesi più belli del mondo". A proposito della campagna elettorale e del voto di fine mese: “E’ chiaro che questa è una sfida molto difficile, ma questo non vuol dire che non sia una partita entusiasmante da giocare”. 

Il premier e segretario Pd ha ricordato: "Abbiamo fatto piu’ cose noi in un anno che la Lega in 20". "Sono 20 anni la Lega dice ‘Roma ladrona’, ma quando sono andati a Roma si son trovati di un bene…".

Parlando al teatro di Vicenza il premier ha anche voluto ribadire che “nel ddl anticorruzione ci sarà la sostanziale cancellazione della prescrizione". "Con questa norma non saranno possibili né la prescrizione, né forme di patteggiamento che in Veneto anche voi conoscete bene", ha detto riferendosi al caso Mose. "Non voglio dire che noi siamo onesti e loro ladri ma noi i ladri li mandiamo a casa".

Nei prossimi giorni, in Veneto, Renzi ha annunciato che ci saranno i ministri Marianna Madia e Maria Elena Boschi, la presidente del Friuli Venezia Giulia e vice segretario del Pd, Deborah Serracchiani, e il commissario europeo Federica Mogherini "per sfatare i luoghi comuni sulle donne e per dimostrare che la sfida non e’ solo di Alessandra Moretti".

Moretti, dice poi Renzi, "ha fatto quasi tutti i comuni del Veneto nel suo tour elettorale, gliene mancano solo quattro. Ha fatto una scommessa, perche’, anche se i comuni sono bellissimi, lassu’ a Bruxelles al Parlamento ci stava bene. Secondo me i parlamentari europei non s’ammazzano", prosegue poi scherzando. "Ora mi tocchera’ andare a Bruxelles a scusarmi". Poi attacca di nuovo: "Al Parlamento si lavora tanto, eppure c’e’ chi ha tempo di stare in tv dalla mattina alla sera a parlare male dell’Italia – affonda riferendosi al leader della Lega, Matteo Salvini – ci manca la felpa con scritto ‘Strasburgo’". 

Matteo Renzi, accompagnato da Alessandra Moretti e dal segretario del Pd veneto Roger de Menech, si e’ incontrato quindi a pranzo con il ‘patron’ della Diesel, Renzo Rosso. L’incontro e’ avvenuto a Breganze, dove ha sede l’azienda.