Referendum, Tacconi (Pd): “Gli italiani all’estero sono per un’Italia più semplice”

"Tra i nostri connazionali residenti all'estero è profondamente percepita l'esigenza di cambiare e di cambiare in meglio. Sì al referendum"

Alessio Tacconi, deputato Pd eletto nella ripartizione estera Europa, parteciperà – dietro invito del Comites di Nizza e del consigliere del CGIE Dott. Musella – a un incontro informativo sul referendum costituzionale, presso il Salone ‘Garibaldi’ all’interno del Consolato Generale d’Italia a Nizza, nella serata di lunedì 24 ottobre.

“Sarà l’occasione – spiega lo stesso Tacconi – per un sereno confronto sulle ragioni del no e le ragioni del sì”.

La voce del comitato ‘Basta un Sì” da poco istituito a Nizza non mancherà. I connazionali, secondo il deputato dem, “sono sempre più consapevoli dell’importanza del prossimo appuntamento referendario che offre a tutti i cittadini la possibilità, votando le riforme sottoposte al vaglio degli elettori, di contribuire all’ammodernamento del Paese e alla semplificazione del suo sistema politico”.

“Lo slancio riformatore dell’attuale Governo – continua l’eletto all’estero – è visto con crescente interesse dai nostri connazionali all’estero ed è profondamente percepita l’esigenza di cambiare e di cambiare in meglio. Con la mia presenza a Nizza lunedì sera spero di poter dare un contributo decisivo alla comprensione della posta in gioco: un’Italia più moderna, più snella, più competitiva, più credibile e autorevole sulla scena internazionale, contro un’Italia – conclude – ripiegata su se stessa, incapace di cambiare, che guarda solo al passato”.