Rai, Fico (M5S): sinistra Pd alzi la testa

"Noi del Movimento siamo pronti a votare gli emendamenti contro questa pessima legge sulla Rai assieme alle altre opposizioni. Vedremo se la sinistra del Pd alzerà finalmente la testa". Roberto Fico, presidente della commissione Vigilanza sulla tv pubblica, membro del Direttorio dei 5Stelle, in una intervista al Fatto annuncia battaglia in Senato sul disegno di legge di riforma della Rai, da oggi in Aula. Ma lancia anche una proposta alla maggioranza: "Rinuncino alla nomina dell’amministratore delegato da parte del governo e approvino i nostri emendamenti per un consiglio di amministrazione di qualità: siamo disposti a ragionare assieme su una vera riforma".

Fico contesta il fatto che la riforma "assegna il controllo sulla Rai alla maggioranza. Sarà il governo a nominare l’ad con pieni poteri e il presidente del cda. E degli altri cinque membri, tre saranno scelti dalla maggioranza nelle due Camere. Ne resterebbe solo una per le minoranze, mentre il settimo nome dovrebbe essere scelto dai dipendenti. Ma sulle modalità della scelta è buio totale", "solo in Ungheria e Moldavia l’ad viene nominato dal governo, ed entrambi i Paesi sono stati richiamati per questo dalle autorità europee".

E conclude: "Il governo rischia di portare a sbattere la principale azienda culturale del Paese. Io ho sempre portato avanti il dialogo, innanzitutto con il relatore del Pd Raffaele Ranucci. Ma ora servono segnali concreti. Ritirino la nomina diretta del cda, e approvino le nostre proposte per un cda indipendente. E allora potremmo sederci a un tavolo. Noi del Movimento 5Stelle aspettiamo le proposte delle opposizioni, e siamo pronti a votare quelle su cui saremo d’accordo".