Perchè imparare il cinese?

Anche se il mandarino può sembrare difficile da padroneggiare, puoi raggiungere una competenza di base in poco tempo. Ecco come

Il Cinese, la lingua più parlata al mondo, è difficile da padroneggiare poiché consta di migliaia di caratteri. Inoltre è una lingua tonale, quindi il modo in cui si pronuncia una determinata parola può cambiare completamente il significato. Quindi, perché imparare il cinese? Per prima cosa, la Cina svolge un ruolo critico nell’economia globale e negli affari mondiali. Inoltre questo il paese ha una storia affascinante e la sua cultura e la sua cucina hanno a lungo influenzato il resto del mondo.

Sono inoltre molti quelli che affermano che non imparando il cinese ci precludiamo una grande quantità di informazioni umane, culturali, bellezza e profondità di pensiero.

Imparare a parlare cinese, specialmente la lingua nazionale mandarina, può prepararti inoltre a a una carriera nell’economia internazionale. Come ogni abilità linguistica, imparare il mandarino richiede pratica e autodisciplina. Ecco alcune strategie che puoi usare per imparare la lingua più velocemente e facilmente.

Le migliori risorse per imparare il cinese

Quando cerchi risorse che ti aiutino a imparare il cinese, cerca di capire prima qual è il tuo stile di apprendimento, quanto velocemente vuoi imparare e il budget che hai a disposizione.

Una risorsa fondamentale è rappresentata delle lezioni di cinese individuali con un insegnante madrelingua, sia di persona che online.

Come imparare il cinese velocemente

Il modo per imparare il cinese velocemente è dedicare tempo alla pratica della lingua. Non esiste un metodo magico per imparare il cinese, ma ci sono strategie e risorse che ti aiuteranno a padroneggiare i concetti chiave e a costruire le tue abilità. Parla e scrivi la lingua il più spesso possibile, approfitta della gamma di app gratuite e in abbonamento e dei corsi online per aiutarti a progredire.

Imparare a parlare cinese

Il mandarino ha cinque toni diversi:

  • Un tono alto e piano.
  • Un tono che si alza leggermente.
  • Un tono che scende e poi sale.
  • Un tono che scende da alto a basso.
  • Un tono neutro.

Quando parli cinese devi fare molta attenzione a queste tonalità di pronuncia poichè ogni tono può cambiare il significato di una parola. Per esempio, “mā” con il primo tono cinese significa “mamma”, ma con il terzo tono, “mă”, significa cavallo. Imparare i toni cinesi è essenziale – ma ci sono molte tecniche che puoi usare:

  1. Fai pratica con i madrelingua,incoraggiandoli a correggerti la pronuncia. Prova anche ad imitare come pronunciano i toni. Se non hai un partner di tandem, registrati mentre parli e poi riproducilo per controllare la tua pronuncia. Ascoltare e identificare ripetutamente un tono specifico e confrontare due toni per trovare la differenza è una tecnica semplice ma efficace per imparare le diverse tonalità.

  2. Guarda e ascolta i film in cinese

Migliora la tua pronuncia ascoltando video su YouTube oppure guarda i tuoi programmi preferiti su Netflix o tramite altre piattaforme di streaming disponibili.

Un’altra opzione è quella di attivare i sottotitoli e l’audio mentre guardi film e serie Tv.

  1. Ascolta musica cinese

Se sei alle prime armi con il cinese allora ascoltare musica cinese ti aiuterà ad imparare i diversi toni della lingua; un altro modo potrebbe essere quello di studiare filastrocche e poesie.

  1. Concentrati sulla grammatica

Come succede per l’italiano, la struttura della frase in mandarino consiste in un soggetto, un verbo e un oggetto. Tuttavia, il mandarino non distingue tra generi o sostantivi singolari e plurali.

  1. Studia il pinyin

Questo è un approccio fonetico per parlare cinese. Il pinyin usa l’alfabeto latino per scrivere le parole, e può servire come base per afferrare i concetti mandarini più rapidamente.

Leggi in cinese

Più che un alfabeto, il mandarino ha migliaia di caratteri che generalmente si dividono in due tipi: tradizionali o semplificati. I caratteri tradizionali sono stati usati per migliaia di anni e si trovano comunemente a Taiwan, come a Hong Kong e Singapore. Nel XX secolo, il governo cinese ha fatto uno sforzo per semplificare molti caratteri per migliorare l’alfabetizzazione.

Per memorizzare i caratteri in modo da poter leggere il cinese, attingi ad applicazioni come Pleco o dizionari cinesi online che hanno funzioni tipo flashcard. Oppure, prova a leggere un giornale in cinese.

Impara a scrivere in cinese

La chiave per imparare a scrivere in cinese è esercitarti a scrivere utilizzando i caratteri che hai imparato, sia che tu voglia imparare i caratteri cinesi semplificati o quelli tradizionali. Nel sistema di scrittura cinese ogni carattere rappresenta una sillaba e ha almeno un significato. Quando si combinano i caratteri cinesi, si crea una parola. Per esempio, la parola “Cina” è composta da due caratteri, uno per “centro” e uno per “paese”.

Fai pratica scrivendo caratteri cinesi e parole in un quaderno; man mano che migliori, crea frasi con i caratteri piuttosto che imparare le parole in modo isolato. Pensa a delle frasi che vorresti scrivere, poi cerca di trovare i caratteri cinesi per completare la frase.

Il cinese è difficile da imparare?

Anche se il mandarino può sembrare difficile da padroneggiare, puoi raggiungere una competenza di base in poco tempo.

Quanto tempo ci vuole per imparare il cinese?

Quanto velocemente impari il cinese dipende dal tempo che puoi dedicare allo studio. Molte risorse online dicono che diventare fluenti in cinese può richiedere dalle duemila alle tremila ore. Uno studente medio dovrebbe essere in grado di parlare e viaggiare con facilità dopo circa sei mesi o un anno di studio del cinese.

Rispetto a lingue come lo spagnolo, l’apprendimento del cinese richiede sicuramente più tempo. In generale, ci vuole circa due o tre volte il tempo di apprendimento di una qualsiasi lingua europea.