Pasqua, politici e agnelli. Boldrini, “vi prometto che entro fine legislatura io…”

"Per quanto mi riguarda non mangio l'agnello da sempre: mia sorella era un'animalista convinta e non potevamo neanche nominare una cosa del genere”

Silvio Berlusconi ha fatto persino un video per dire no al consumo di agnelli durante la Pasqua. Matteo Renzi da parte sua ha replicato che lui a Pasqua l’agnello lo mangerà, come da tradizione. E al TG Zero di Radio Capital Laura Boldrini, presidente della Camera, parla della scelta di adottare due agnelline per salvarle dalla macellazione: “Le mie agnelline, Gaia e Gioia, sono veraci, venute dalla fattoria, da Civita Castellana. Quando sono entrate a Palazzo Montecitorio, devo dire con grande disinvoltura, senza farsi intimidire, si sentiva un certo olezzo e belavano nei corridoi”.

“Per quanto mi riguarda non mangio l’agnello da sempre: mia sorella era un’animalista convinta e non potevamo neanche nominare una cosa del genere. Adesso c’e’ un’altra sfida – continua la Boldrini – mia figlia e’ diventata vegetariana, e attorno ai 18 anni ho visto che ha cominciato a fumare. Abbiamo fatto un patto: lei smettera’ di fumare e io diventero’ vegetariana. Lei ha smesso di fumare, ma io non sono ancora vegetariana: il mio impegno e’ di diventare vegetariana entro la fine della legislatura”.

“Renzi dice che a Pasqua mangera’ l’agnello? Ognuno fa come vuole, siamo in democrazia. Non e’ che chi mangia la carne viene messo al bando”.