Oltre un milione e 600mila italiani in Sud America, ma nessun corrispondente RAI

La denuncia arriva dalla Sen. Laura Garavini: “L’intero continente è in crisi, ma i telespettatori non trovano nelle reti pubbliche i dovuti spazi di approfondimento su quanto accade in Cile, in Argentina o in Venezuela”

Sono oltre un milione e 600mila i connazionali residenti in Sud America, oltre ad altri svariati milioni di oriundi. Eppure quel continente, ricchissimo di italianità, non conta neppure con un corrispondente Rai. Ad evidenziarlo è Laura Garavini, senatrice eletta nella ripartizione estera Europa con il Pd e recentemente passata a Italia Viva.

In Sud America è piena crisi, “l’intero continente è al centro di drammatici stravolgimenti geopolitici”, dichiara Garavini.

Ma gli spettatori “non trovano nelle reti pubbliche i dovuti spazi di approfondimento su quanto accade in Cile, in Argentina o in Venezuela. E, per godere del proprio diritto all’informazione, devono cambiare canale. Con il conseguente crollo degli ascolti Rai”.

“L’America meridionale – sottolinea la senatrice di Renzi avviandosi alla conclusione – rappresenta una meta storica della nostra emigrazione. Con comunità italiane numerose e con connazionali ben integrati nel tessuto sociale, spesso protagonisti della vita pubblica. Un servizio pubblico non può dirsi tale, se non è in grado di coprire un’emergenza informativa di questo tipo”.