MotoGP, Australia: Dovizioso pessimista, ‘non sarà facile’

"Phillip Island e’ una pista che non gradisco piu’ di tanto: e’ un tracciato davvero difficile e con i limiti che ha ancora la nostra moto credo non sara’ facile per noi neanche quest’anno". Andrea Dovizioso non e’ particolarmente fiducioso in vista della gara in Australia, nonostante a Phillip Island, in carriera, sia salito sul podio per tre volte nelle diverse categorie, compreso un terzo posto in MotoGP nel 2011, lo stesso risultato ottenuto dal compagno di scuderia Cal Crutchlow nel 2012.

"Abbiamo fatto un test a Phillip Island ad inizio stagione, quando le condizioni del tracciato erano migliori. I nostri tempi sul giro sono stati buoni ma sono passati quasi otto mesi, la nostra moto e’ cambiata e quindi i risultati di quel test non contano piu’ di tanto – aggiunge il pilota della Ducati -. Dipendera’ anche delle condizioni meteo, che in questa stagione possono essere insidiose, ma in ogni caso nelle ultime gare siamo sempre stati fra i primi e quindi sono fiducioso anche per questa gara".

Diverso l’approccio al weekend australiano di Crutchlow: "Phillip Island e’ Phillip Island! Tutti vanno forte su questa pista e i tempi sono sempre molto ravvicinati, e quindi non credo che sia un grosso vantaggio averci gia’ provato alcuni mesi fa, prima dell’inizio della stagione. Ovviamente cercheremo di fare del nostro meglio anche in Australia e speriamo di avere piu’ fortuna che in Giappone, perche’ onestamente credo che ora siamo messi meglio rispetto alla prima parte della stagione. Adesso sono infatti piu’ soddisfatto del mio feeling con la GP14. La mia gara di Aragon e’ andata molto bene ed anche il weekend di Motegi e’ stato positivo fino alla mia caduta in gara: ora – conclude – sono molto piu’ costante e il mio passo e’ migliorato notevolmente".