Mario Orfeo è il nuovo dg Rai, i grillini protestano: “Regalo di Renzi”

“Orfeo fa informazione parziale, strumentale, cucita su misura sul Pd e su Renzi. Oggi il Pd (ancora una volta) supera Berlusconi”

Mario Orfeo è il nuovo direttore generale della Rai e i grillini protestano a gran voce. I pentastellati in Vigilanza denunciano “un golpe renziano” e parlano “di direttore parziale. Vogliono militarizzare il servizio pubblico radiotelevisivo per paura di perdere le elezioni”. Sulla stessa lunghezza d’onda il deputato Alessandro Di Battista: “Orfeo fa informazione parziale, strumentale, cucita su misura sul Pd e su Renzi. Oggi il Pd (ancora una volta) supera Berlusconi”. Per il presidente della Vigilanza, Roberto Fico, poi Orfeo “non e’ un uomo sopra le parti”.

Orfeo, intanto, è pronto a sedersi sulla poltrona di direttore generale Rai. L’azionista Tesoro e il cda hanno trovato l’intesa sul nome del direttore del Tg1, e il consiglio lo ha nominato alla guida dell’azienda. Sette i voti favorevoli, compreso quello della presidente Monica Maggioni, contrario solo Carlo Freccero che si sarebbe autocandidato per lo “scettro” di Viale Mazzini. Quel Freccero indicato per il settimo piano, tra gli altri, dal Movimento 5 Stelle e che non a caso e’ il partito che in queste ore sta tuonando contro Orfeo.