Manovra, Tajani (Fi): “Se continua così finiamo come la Grecia”

Poi l’ennesimo appello a Salvini: “La Lega stacchi la spina e si dia vita ad un governo di centrodestra capace di ridurre la pressione fiscale e di fare politiche di crescita”

Il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, sulla bocciatura della Commissione UE alla manovra, parlando a Radio Cusano Campus ha detto: “Purtroppo l’Italia ha presentato una manovra economica che non va bene in assoluto, non è questione di Bruxelles, Moscovici o chi per lui. Questa manovra non aiuta la crescita, non serve ad aiutare le imprese, a ridurre la disoccupazione, a ridurre la pressione fiscale, non prevede la realizzazione delle grandi infrastrutture. Questo è dannoso per il nostro Paese e il prezzo lo pagheranno i cittadini italiani”.

Per Tajani “il governo non si sta rendendo conto dei danni enormi che sta creando al Paese, serve un’inversione di rotta. Io lancio ancora un appello: aprite gli occhi finchè siete in tempo. Se non si cambia bisogna cambiare governo, la Lega stacchi la spina e si dia vita ad un governo di centrodestra capace di ridurre la pressione fiscale e di fare politiche di crescita”.

“Ci stiamo avvicinando ad una situazione simile a quella greca. La situazione diventa ogni giorno più preoccupante. I soldi sono degli italiani, non sono i soldi della Lega e del M5S. Stanno scherzando col fuoco. Gli italiani se ne accorgeranno quando sarà, ahimè troppo tardi. Salvini decida se vuole stare dalla parte degli italiani oppure dalla parte di un’elite intellettuale che vuole distruggere l’Europa ma che rischia di finire sotto le macerie dell’Italia. E’ giunto il momento per la Lega di fare una riflessione”.