Maltempo, Nord Italia allagato (VIDEO). Per domenica allarme Protezione Civile nel Lazio

Una strada di Milano completamente allagata dall'esondazione del fiume Seveso, 12 novembre 2014. A street in Milan completely flooded by the overflowing of the river Seveso, Italy, 12 November 2014. ANSA/PAOLO SALMOIRAGO

 

Pioggia, tanta, sul Nord Italia e su alcune regioni centrali, in particolare quelle tirreniche. Acqua che cade dal cielo, moltissima, senza sosta. In Piemonte, ad Alessandria, il fiume Bormida ha superato i nove metri: non era mai stato così alto.

Sempre in Piemonte hanno ripreso a salire, come previsto, fin dalle prime ore del mattino, le acque dei laghi Maggiore e d’Orta. Il secondo ha invaso anche il centro storico di Pella, paesino sulla sponda occidentale, dove sono state evacuate alcune abitazioni e nella cui frazione Alzo, sulla collina soprastante, nei giorni scorsi era caduta una grossa frana. 

Intanto sta passando senza danni, nel mantovano, la piena del fiume Po, ma Piemonte, Liguria e Lombardia vivono ancora una emergenza a causa del maltempo.

A Genova sono 7 le famiglie fatte sfollare a causa dell’alluvione di oggi, di cui 5 nel Ponente cittadino e 2 in Valpolcevera. Salgono cosi’ a 110 le persone che hanno dovuto lasciare la propria abitazione per eventi alluvionali negli ultimi giorni. E sono oltre 200 gli interventi effettuati a partire da sabato mattina dai vigili del fuoco per far fronte all’ondata di maltempo che ha interessato Genova e le zone del ponente cittadino. Al momento sono impegnati duecento vigili del fuoco, con 70 mezzi e rinforzi arrivati dai comandi di La Spezia, Massa-Carrara, Firenze, Arezzo, Lucca, Livorno, Grosseto e Bologna.

Anche Milano torna sott’acqua con le esondazioni del Seveso e del Lambro che hanno mandato in tilt la citta’, con decine di strade trasformate in torrenti, e una pioggia battente che secondo il commissario tecnico della Croazia, Niko Kovac, fara’ rinviare la partita di domani per la qualificazione agli Europei di calcio in programma a San Siro perche’ se il campo resta in queste condizioni ”la palla non rimbalza”.

Problemi si sono registrati pero’ in tutta la Lombardia. A Como, dove si e’ alzato di nuovo il livello del lago, e’ stata cancellata per impraticabilita’ la partita con la Cremonese. Allagamenti e black-out in varie zone della Brianza, allerta per l’Adda nel lodigiano e in provincia di Varese dove il lago Maggiore e’ esondato gia’ nei giorni scorsi. Situazione critica anche a Monza.

EMERGENZA LAZIO Nelle prossime ore il maltempo coinvolgerà anche il Nord Est del Paese e ancor di più le regioni tirreniche: Toscana, Lazio e Campania. Nel Lazio è stato un sabato di forte pioggia e temporali, ma non è finita. Per domenica la situazione potrebbe addirittura peggiorare. Tanto che la Protezione Civile ha allertato la cittadinanza: si prevedono sul Lazio “precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, i fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, possibili grandinate, forti raffiche di vento e frequente attività elettrica". L’allerta è valida fino a lunedì mattina.

FORTE MALTEMPO ANCHE IN FRANCIA E’ di cinque morti, tra cui due bambini, il bilancio delle violente precipitazioni che si sono abbattute nella notte sul sudest della Francia, facendo esondare diversi fiumi e corsi d’acqua minori e provocando numerosi smottamenti. L’episodio piu’ tragico e’ avvenuto poco dopo la mezzanotte tra i villaggi di Cruviers-Lascours e Saint-Ce’saire-de-Gauzignan, sotto il versante meridionale del Massiccio centrale, nel dipartimento del Gard. L’automobile su cui viaggiava una famiglia di quattro persone e’ stata trascinata via dalle acque del fiume Droude, gonfiate dagli oltre 200 millimetri di pioggia caduti sulla zona in poche ore. Il padre e’ riuscito miracolosamente a uscire dall’abitacolo, ma per gli altri tre non c’e’ stato scampo: la madre e il figlio maggiore, di 4 anni, sono stati ripescati poco dopo l’incidente, morti annegati, mentre il corpo del bimbo piu’ piccolo, di appena un anno, e’ stato ritrovato nel pomeriggio di oggi, dopo ore di ricerche da parte di polizia, gendarmeria e pompieri.