MADURO FA BRUCIARE TUTTO | Venezuela, Conte: “Condanniamo le violenze e lo stop agli aiuti umanitari”

Il capo del governo italiano: “Vogliamo presto nuove elezioni presidenziali: libere e democratiche". Casini, “bene Conte: ora riconoscimento Guaidò”

Il dittatore Maduro ha fatto bruciare interi camion di aiuti umanitari pronti a entrare in Venezuela

Il premier Giuseppe Conte interviene con un tweet su quanto sta accadendo in Venezuela: “Insieme agli altri paesi dell’Ue, condanniamo i tentativi di ostacolare l’ingresso di aiuti umanitari per il popolo venezuelano e di reprimere con violenza il dissenso e le pacifiche manifestazioni di protesta”, cinguetta il capo del governo, che aggiunge: “Vogliamo presto nuove elezioni presidenziali: libere e democratiche”.

Pier Ferdinando Casini, presidente dell’Interparlamentare italiana, su Facebook commenta: “Bene Conte che ‘in progress’ sta correggendo la linea avventata del governo. È giusta la sua condanna verso la repressione ed il blocco degli aiuti che stanno arrivando in Venezuela ed anche la richiesta di immediate elezioni presidenziali. Aspettiamo nelle prossime ore l’ultimo passettino: il riconoscimento di Guaidò”.