Macri agli Usa: “Situazione in Venezuela dolorosa, aumentate pressione su Maduro”

Il presidente argentino esorta gli Stati Uniti a imporre un embargo petrolifero completo a Caracas. Intervista al Financial Times

Mauricio Macri, presidente della Repubblica Argentina

La situazione in Venezuela peggiora sempre più, il Paese è ormai al bordo di un precipizio. Mauricio Macri chiede agli Usa di intervenire. Il presidente dell’Argentina vorrebbe che gli Stati Uniti aumentassero la pressione sul Venezuela. Come? Con lo strumento di un embargo totale alle esportazioni petrolifere da Caracas.

“Credo che dovremmo andare verso un embargo petrolifero completo, Le cose sono peggiorate molto. Adesso la situazione è davvero dolorosa”, ha detto il presidente della Repubblica Argentina.

Macri fin da quando è salito alla presidenza argentina ha dimostrato chiaramente di voler parlare chiaro, anche riguardo la situazione che vive il Venezuela.

Intervistato dal “Financial Times” nel corso della sua visita a New York, il capo di Stato argentino ha riconosciuto il lavoro di pressione internazionale fatta dai dodici paesi critici nei confronti del governo di Nicolas Maduro riuniti nel cosiddetto “Gruppo di Lima”, ma ha detto che gli Stati Uniti “possono fare di più”.

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK, CONTENUTI ESCLUSIVI

Macri, parlando ancora di Venezuela, in conclusione ha osservato: “La povertà aumenta giorno dopo giorno, le condizioni sanitarie del Paese sono pessime, il popolo non ce la fa più”.