Lingua italiana, sottosegretario Giro: ‘motore di crescita economica e turismo’

Mario Giro, sottosegretario agli Affari Esteri con delega agli italiani nel mondo, presentando il bilancio dell’ultima edizione della XIV settimana della lingua italiana, ha detto: “Sono stati molti gli autorevoli rappresentanti del mondo della cultura italiana che si sono mobilitati in tutto il mondo per la XIV settimana della lingua italiana, all’interno delle iniziative organizzate dagli Istituti Italiani di Cultura. A loro un grazie per l’impegno".

Giro ringrazia “tutti coloro che si sono impegnati a sostenere la grande domanda della lingua italiana nel mondo: Alessandro Baricco a Francoforte, Daria Bignardi a Parigi e Amsterdam, il professor Tullio de Mauro, Marino Sinibaldi a Londra, Umberto Eco a Washington, Antonio Scurati a Zagabria, Beppe Servergnini a Helsinki, Melania Mazzucco a Varsavia, Paolo Giordano a San Francisco o Paolo Rumiz a San Pietroburgo, per terminare con l’impegno di Dacia Maraini, Renzo Arbore, Gabriele Lavia e Fabio Armiliato durante gli Stati Generali della Lingua italiana nel mondo a Firenze", ha dichiarato Giro.

Per il sottosegretario, tutti loro “sono degli ambasciatori speciali dell’Italia e degli amici per chi s’impegna a difendere l’investimento nella promozione della nostra lingua all’estero. E’ importante – ha concluso Giro – che il loro contributo sia conosciuto dagli italiani cosi’ come si sappia quanto sia forte la domanda della nostra lingua nel mondo, perchè può essere motore di crescita economica, commercio e turismo".