Lega, Salvini: in primavera si vota, Renzi farà saltare il tavolo

"Parlo ai suoi elettori per evidenziare le sue contraddizioni. Dopo un anno in Parlamento cos’hanno portato a casa?". Il segretario della Lega, Matteo Salvini, punta agli elettori delusi da Beppe Grillo e intervistato da La Stampa parla di un "disastroso inciucio Renzi-M5s". Si dichiara anche "un’alternativa" per chi ha votato Renzi "magari per mancanza di scelta".

Vuole rottamare Berlusconi? "Non mi piace rottamare. Dico solo che ci sono milioni di italiani che si riconoscevano nel centrodestra e non vanno piu’ a votare, perche’ non vedono un progetto, uno parla delle coppie gay, l’altro della cittadinanza agli immigrati…", dice. La sua proposta alternativa si rivolge "ovviamente a Berlusconi, alla Meloni, non ad Alfano…". E a Casa Pound? "A tutti", risponde: "A tutte le realta’ che pensano l’Italia possa ripartire con ricette completamente diverse rispetto a quelle di Renzi".

Sul metodo delle primarie del centrodestra per il candidato premier – intervistato anche dal Sole 24 Ore – spiega di ritenerlo "assolutamente utile, basta che ci sia prima un programma comune". "Secondo me si vota in primavera perche’ tutti i dati economici stanno condannando il governo Renzi" e il premier, dice Salvini, "fara’ saltare il tavolo, si sceglie altri tre nemici, dice ‘non mi fanno governare’, e tornera’ al voto in primavera".