Lega in Ungheria, gruppo rinnovato. Borchia: “Ripartire, crescere, consolidarsi”

Il primo incontro successivo alla pandemia si è tenuto a Budapest, con un'ottima risposta in termini di adesioni e con la partecipazione del senatore Manuel Vescovi, commissario di Lega nel Mondo per l'Albania

“Unità d’intenti e profili di livello: la Lega è pronta a ripartire e consolidarsi in Ungheria”. Paolo Borchia, coordinatore federale di Lega nel Mondo ed eurodeputato, saluta la riprese delle attività di Lega nel Mondo in Ungheria dopo la pandemia, con un gruppo rinnovato: “Un grosso in bocca al lupo al coordinatore nazionale, l’avvocato Francesco Alleva e al suo vice Alessandro Boccaletti: profili molto preparati e di alto livello, in linea con le caratteristiche del gruppo. Da parte di Lega nel Mondo c’è la volontà di diventare un punto di riferimento importante, in grado di intercettare le necessità della nostra comunità in Ungheria e di tradurle in risposte”.

Così Francesco Alleva: “La fase storica è molto particolare, inutile nascondere che le ingerenze in arrivo da Bruxelles vengono percepite come un sopruso. Servono i riferimenti operativi e migliorare ulteriormente cooperazione ed amicizia tra i due paesi. Gli spazi non mancano”.

Il primo incontro successivo alla pandemia si è tenuto a Budapest, con un’ottima risposta in termini di adesioni e con la partecipazione del senatore Manuel Vescovi, commissario di Lega nel Mondo per l’Albania.