SONDAGGIO | Italiani all’estero, il 66% è stato vaccinato contro il COVID-19

Gli espatriati italiani testimoniano l'esperienza nel paese ospitante: accessibilità al vaccino, tipologia somministrata, difficoltà incontrate ecc. Ecco tutti i dati

Expat.com, sito leader dedicato all’espatrio, ha appena pubblicato i risultati di un sondaggio sulla vaccinazione anti-Covid per gli espatriati. Nel mese di giugno 2021, la piattaforma ha raccolto le risposte di circa 3.000 espatriati nel mondo. Tra questi 146 italiani residenti principalmente in Portogallo, Germania, Inghilterra, Francia e Belgio.

Gli espatriati italiani testimoniano l’esperienza nel paese ospitante: accessibilità al vaccino, tipologia somministrata, difficoltà incontrate ecc.

Dalla nostra indagine emergono i seguenti risultati:

■ Il 66% degli espatriati italiani intervistati è stato vaccinato contro il COVID-19

■ Pfizer-BioNTech e Oxford-AstraZeneca sono i vaccini più somministrati agli espatriati italiani che hanno partecipato al sondaggio

■ L’11% degli italiani all’estero segnala problemi logistici di accesso al vaccino (difficoltà nel raggiungere il centro vaccinale troppo distante dal luogo di residenza)

■ Il 60% degli espatriati italiani non vaccinati dichiara l’intenzione di farsi vaccinare appena possibile. Il restante 40% è sfavorevole ai vaccini in generale, non si fida del vaccino anti-Covid o teme gli effetti collaterali

■ Più del 77% degli intervistati è soddisfatto della gestione della campagna vaccinale nel paese di espatrio