La cucina italiana protagonista all’Onu, parte l’Italian Food Festival

Da oggi a venerdì il meglio della cucina italiana viene celebrato presso la sede dell’Onu in occasione del 60.mo anniversario dell’entrata in Italia nelle Nazioni Unite. L’Italian Food Festival – presentato dalla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite nella Delegates Dining Room del Palazzo di Vetro – propone un’accurata selezione di cibi e bevande attraverso un percorso culinario di alta qualità proposto da 5 rinomati chef italiani (fra i quali in primis il siciliano Filippo La Mantia, poi Sonia Balacchi e Michele Biagiola) selezionati da Italia di Gusto – la società di franchising specializzata nella selezione di alimenti pregiati italiani – che la Rappresentanza Permanente dell’Italia alle Nazioni Unite ha chiamato per curare l’evento.

Nei cinque giorni del Festival i delegati delle Nazioni Unite, ospiti e giornalisti avranno l’occasione di scoprire ed assaporare cibi e bevande che rappresentano la massima espressione delle culture culinarie e delle specificità delle singole regioni italiane, frutto di tradizioni e abitudini che si tramandano da anni, di generazione in generazione. La cultura culinaria italiana, che riprende ed integra la Dieta Mediterranea, quel regime alimentare orientato alla salute e al benessere diventato nel 2010 patrimonio dell’Umanità, si sposa perfettamente con gli obiettivi dell’Onu di un’alimentazione sana e sostenibile, enunciati anche nella Carta di Milano, presentata nel corso di Expo Milano 2015 e consegnata al segretario generale dell’Onu durante la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.