Ius culturae, Morani (Pd): “Dobbiamo prima conquistare la fiducia degli italiani”

“Va fatto, ma nei tempi giusti. Ora verrebbe percepita come una legge calata dall’alto e sarebbe un favore alla propaganda di Salvini”

Alessia Morani

Alessia Morani, deputata del PD e Sottosegretaria al Ministero dello sviluppo economico, è intervenuta su Radio Cusano Campus.

Per Saviano il Pd sulla cittadinanza agli stranieri ha fatto un favore alla peggiore destra e ha citato un tweet della Morani: “Ero consapevole che il mio post sullo ius culturae avrebbe creato polemiche. Io penso che sia una legge che va fatta, ma va fatta nei tempi giusti, rimandandola di qualche mese. Il nostro governo è giovane, ha impresso subito una svolta sull’immigrazione rispetto alla politica del cattivismo di Salvini. Questa nuova politica migratoria prevede da parte degli italiani un periodo di prova, cioè una verifica che queste politiche siano efficaci e che risolvano la percezione dell’emergenza migranti. Se ci nascondiamo e facciamo finta che in questi anni non sia successo nulla negheremmo la realtà delle cose. Prima noi abbiamo bisogno di conquistare fiducia degli italiani sulla nuova gestione dei flussi migratori. Dopodichè lo ius culturae verrà da sé e sarà condiviso. Se ora facessimo una legge calata dall’alto faremmo un favore alla destra perché farebbero una battaglia ideologica contro una legge giusta che però non sarebbe capita dagli italiani. I disegni di legge possono essere portati avanti insieme, non ne faccio una questione di priorità. La questione che pongo io è quella di una condivisione profonda di questo ddl”.

Sulla manovra. “Stiamo muovendo i primissimi passi di questa legge di bilancio, da qui ai prossimi giorni capiremo meglio la cornice in cui possiamo muoversi. Le certezze sono che l’Iva non aumenterà, ci sarà un taglio delle tasse sul lavoro che metterà un po’ di soldi nelle tasche degli italiani, ci saranno asili nido gratuiti per chi ha redditi bassi. Tutto questo senza mettere nuove tasse”.

Sulle prime tensioni tra PD e Italia Viva. “Mi auguro che non ci siano problemi riguardo il governo, anche perché Renzi è stato tra i principali artefici della nascita di questo governo. Certo che non è stato gradevole l’atteggiamento di ieri di Marattin con la sua vis polemica nei confronti di Franceschini. Vorrei ci concentrassimo di più sulle cose da fare e non su queste polemicucce”.