Italiani nel mondo, venerdì riunione CGIE con gli eletti all’estero

“Senza interventi legislativi mirati, strutturali e di lungo respiro, il fenomeno migratorio italiano rischia di diventare un polveriera a orologeria”

“Riforma della Rappresentanza degli Italiani all’Estero” è il tema della riunione del Comitato di Presidenza del Cgie che si svolgerà venerdì 20 novembre, alle ore 14.00, sulla piattaforma Zoom, alla quale sono stati invitati i Parlamentari eletti all’estero e i Responsabili dei Partiti per gli italiani nel Mondo. Nelle ultime settimane l’Assemblea plenaria del CGIE ha trattato in riunioni on-line il tema della rappresentanza degli italiani all’estero confrontandosi con il Sottosegretario agli Esteri Ricardo Antonio Merlo, con il Direttore generale della DGIT, Luigi Vignali, e con il presidente della Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera, Piero Fassino.

“Questi incontri sono stati ritenuti necessari perché l’Italia è chiamata ad attrezzarsi con strumenti legislativi rispondenti alle condizioni che hanno portato negli ultimi 15 anni al raddoppio degli espatri di nostri connazionali – fa sapere il Cgie -. Senza interventi legislativi mirati, strutturali e di lungo respiro, il fenomeno migratorio italiano rischia di diventare un polveriera a orologeria. E, considerati i tempi stretti che ci separano dal rinnovo degli organismi di rappresentanza (Comites e CGIE) e dopo l’approvazione della riforma costituzionale che riduce il numero dei Parlamentari, il Comitato di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero ha indetto una riunione con i Parlamentari della Circoscrizione Estero e i Responsabili dei Partiti per gli Italiani nel Mondo per presentare le risultanze emerse nei lavori delle ultime Assemblee Plenarie allo scopo di trovare convergenze su tempi e obiettivi da perseguire per rinnovare le leggi esistenti sulla rappresentanza degli italiani all’estero oramai superate”.