Italiani all’estero, tutto pronto per il convegno di Friulani nel Mondo

Dopo trent’anni esatti Cormòns (Gorizia) ospita nuovamente l’Incontro Annuale dei Friulani nel Mondo. L’iniziativa, organizzata dall’Ente Friuli nel Mondo grazie all’entusiastico e attivo sostegno del Comune di Cormòns, prevede nella giornata di sabato 1 agosto lo svolgimento della XII Convention titolata "Friuli, terra di guerra e di pace – Cormòns, città del Vino della Pace", seguita dal tradizionale momento conviviale di domenica 2 agosto.

La Cunvigne, che si svolgerà dalle ore 10 nella Sala Civica del Comune a Palazzo Locatelli, si aprirà con la proiezione di un video sulla Grande Guerra curato dal giornalista goriziano Gianni Bisiach e sarà animata da quattro interventi d’eccezione. Mauro Pascolini, professore dell’Università di Udine, parlerà di "Luoghi e memoria: il valore di uno spazio condiviso" e il giovane storico Matteo Ermacora tratterà il tema "Pane e lavoro. Emigrati e operai friulani nella crisi del 1914". Seguirà Angelo Floramo, direttore della Biblioteca Gurneriana, con "Furlans cu la divise imperiâl: di soldâs a prisonîrs, di prisonîrs a migrants. La epopee siberiane, une storie pôc contade". L’agronomo e giornalista Claudio Fabbro chiuderà con "Collio, battaglie e bottiglie", un excursus dalle vicende belliche alle note fortune vitivinicole. Coordinerà il dibattito un cormonese doc, il giornalista Bruno Pizzul.

Nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, sono possibili, su prenotazione, visite guidate alla Cantina Produttori Cormòns. Nella serata in programma l’appuntamento "Biancodisera", evento conviviale volutamente calendarizzato l’1 agosto dall’associazione Cuormòns e dal Comune di Cormòns per omaggiare gli ospiti di Friuli nel Mondo. Coronerà la serata, in Piazza XXIV Maggio, lo spettacolo musicale "Strolic" Almanacco in Musica, da un’idea di Luca Bonutti, con testi di Pietro Zorutti, musiche di Valter Sivilotti e il Coro "Natissa" Aquileia. Il concerto, gratuito, in caso di maltempo si terrà al Teatro Comunale di Cormòns. L’Incontro Annuale in programma domenica 2 agosto avrà inizio alle 10.30 con il raduno in Piazza XXIV Maggio, la deposizione di una corona al monumento ai caduti di Piazza Libertà e il corteo lungo la cittadina con la partecipazione del Gruppo Folkloristico Danzerini di Lucinico. A seguire la Santa Messa nel Duomo di S. Adalberto con l’accompagnamento musicale della Corale Sant’Adalberto. Dopo i saluti delle autorità in Piazza XXIV Maggio, a partire dalle 13.00 il pranzo sociale ospitato nella Cantina Produttori Cormòns. Durante le due giornate sarà possibile visitare la mostra di Carlo Bevilacqua "Lo sguardo e il silenzio" nel Museo Civico del Territorio a Palazzo Locatelli. Grazie al patrocinio del Comune di San Daniele l’anteprima della kermesse si terrà nella storica cornice della Biblioteca Guarneriana dove i rappresentanti dei Fogolârs Furlans saranno spettatori speciali della docufiction "Alpino Riccardo Giusto". Alla visione del filmato, dedicato alla figura del primo caduto italiano durante il primo conflitto mondiale, seguirà una visita alla splendida Biblioteca sotto la guida del professor Angelo Floramo.

"Quest’anno – spiega il presidente di Friuli nel Mondo Pietro Pittaro – presiederò per l’ultima volta la Cunvigne e sono orgoglioso si svolga a Cormòns, territorio benedetto dove si producono ottimi vini che esaltano le peculiarità della nostra terra e dove la gastronomia è un fiore all’occhiello. Questa zona è stata la triste e silente testimone di sofferenze incredibili durante la prima guerra mondiale. Ricorderemo pertanto chi si è battuto per la nostra libertà e rivivremo una parte della storia. Con l’obiettivo di valorizzare la vocazione internazionale di Cormòns, porteremo i nostri ospiti anche alla scoperta delle peculiarità culturali, turistiche ed enogastronomiche della cittadina collinare che mantiene ancora salde e vive le sue radici friulane".