Italiani all’estero, Mangione (CGIE): “Verso la totale delegittimazione dei Comites”

“Non si può umiliare chi lavora per costruire uno spazio per l'Italia, non si può impedire agli italiani residenti all'estero di eleggere in maniera tranquilla e serena i propri rappresentanti"

Silvana Mangione

Silvana mangione, vicesegretario generale del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero per i Paesi Anglofoni Extraeuropei, in conferenza stampa a proposito delle elezioni per il rinnovo dei Comitati degli italiani all’estero ha detto: “Sbagliato dire che il prossimo 3 dicembre si tengono le elezioni per il rinnovo dei Comites. Le elezioni non si tengono il 3 dicembre, si concludono il 3 dicembre”.

Mangione ha ricordato le altre date fondamentali, altrettanto importanti: quella del tre ottobre (presentazione liste all’Ufficio elettorale) e quella del 3 novembre (scadenza richiesta di iscrizione nell’elenco elettorale).

“A rischio c’è la data della presentazione delle liste, il controllo delle firme: come faranno i funzionari consolari?” si è chiesta Mangione, ricordando le varie difficoltà legate, in diversi Paesi, alla situazione sanitaria e “alla mancanza dei personale causa covid” nelle Ambasciate e nei Consolati.

Senza dimenticare poi, “i problemi di ricezione e di invio del plico”.

Il vicesegretario ha ricordato l’importanza degli italiani all’estero: “Siamo i responsabili dell’italianizzazione dei gusti, dei consumi, della presenza dei prodotti made in Italy in tutto il mondo. La nostra rappresentanza e rappresentatività – ha aggiunto riferendosi a Comites e Cgie – è un fattore di crescita per l’Italia. Non si può umiliare chi lavora per costruire uno spazio per l’Italia, non si può impedire agli italiani residenti all’estero di eleggere in maniera tranquilla e serena i propri rappresentanti”.

“Siamo in marcia verso la totale delegittimazione dei Comites – si è detta convinta Mangione -: è un colpo duro al cuore della rappresentanza di base dalle nostre comunità. Si delegittima inoltre così anche il prossimo Consiglio Generale degli Italiani all’Estero”.